Con la peggior difesa della B non si può che retrocedere

Empoli-Cesena difesa
Invia l'articolo agli amici

CHE BELLO E’ – Il Cesena esce con le ossa rotte anche dalla sfida del Castellani contro l’Empoli: da film horror la difesa, ora la peggiore della serie B

Che la partita di ieri pomeriggio fosse difficile dal punto di vista tecnico, era fuori discussione. Che la sfida contro l’Empoli riservasse delle insidie, ce ne siamo accorti dopo un quarto d’ora di gioco, periodo nel quale il Cesena aveva stazionato senza sosta nella metà campo degli avversari, salvo subire un gol più che beffardo alla prima ripartenza. Una situazione che ha messo a nudo le vere difficoltà di questa squadra. Perché, come dice Castori, il Cesena riesce ad andare in gol con una facilità disarmante, tanto da risultare ultimamente una delle formazioni più prolifiche, ma il problema è che subisce gol a grappoli e dopo la performance di ieri in terra toscana, è anche la difesa più battuta dell’intera cadetteria.

Risulta difficile incolpare Rigione o Esposito piuttosto che Perticone o Fazzi: la difesa, intesa come reparto, è il vero punto debole di questa squadra. Ma non è l’unico: Agliardi è un onesto secondo portiere, che già lo scorso anno aveva maldestramente sottratto diversi punti alla classifica del Cesena con prestazioni negative, ma che quest’anno è stato costretto a fare nuovamente il titolare perché chi è stato preso per sostituirlo ha dimostrato di essere ancor meno presentabile. A chi dunque va attribuito il “peccato originale”? Agli undici giocatori che scendono in campo, regalando gol a destra e a manca, oppure a chi ha assemblato la squadra in estate, spacciando questo mercato come “il migliore degli ultimi cinque anni”?

La risposta è scontata, ma oggi serve a ben poco. Il Cesena ha bisogno di ritrovare fiducia in sé stesso, sebbene sia dura farlo dopo aver preso cinque gol contro una squadra che nelle ultime cinque partite era riuscita a trovare la vittoria in una sola circostanza. Sicuramente Castori dovrà lavorare  meglio in settimana e forse cercare alternative nella retroguardia: possibile che i vari Setola e Mordini siano peggio di quelli che attualmente scendono in campo e regalano sistematicamente almeno tre gol agli avversari? L’attacco, con il rientro di Cacia, non può che migliorare, con Jallow che cresce gara dopo gara e che già da un mese a questa parte regge il reparto offensivo in solitudine. Bisogna però trovare dei rimedi anche là davani per abbassare la serranda nei momenti chiave della gara, perché con la peggior difesa della B non si può che retrocedere…

Che bello è

Nonostante sia difficile assegnare un migliore in campo per quanto riguarda il Cesena, bisogna sottolineare che la presenza sotto porta di Lamin Jallow non sta mancando e, anzi, sta tenendo vivi i bianconeri che altrimenti ora sarebbero persino dietro l’Ascoli. Il gambiano, che nella scorsa stagione aveva segnato appena 3 gol con la maglia del Trapani, è già a quota 6, nonostante il gol contro l’Empoli sia arrivato nei minuti di recupero quando ormai la gara era virtualmente terminata, peraltro dopo una prestazione incolore.  Oltre a quello di Jallow, vorrei sottolineare anche il primo gol con la maglia del Cesena di Gabriele Moncini, un giovane interessante che nonostante l’assenza di Cacia non è ancora riuscito a ritagliarsi un ruolo importante in questa squadra.


Foto di Luigi Rega tratta dal sito cesenacalcio.it

Ricerca personalizzata
About Nicholas Brasini 190 Articles

Nicholas Brasini, tifoso sfegatato dei bianconeri, studia Ingegneria e Scienze Informatiche a Cesena e nel tempo libero collabora con il “Corriere Romagna”, seguendo gli allenamenti a Villa Silvia del Cavalluccio. Folgorato da quella maglia a partire dal 2007, anno della retrocessione in Serie C, avrebbe potuto dedicarsi ad altro, ma ha continuato a credere in questi colori ed oggi si gode il suo Cesena dagli spalti della Curva Mare.

4 Commenti

  1. Cambi tutto e lasci i più scarsi da dove partono tutte le azioni che diventano cross! Nn ne blocchiamo uno, bastano due terzini

  2. Castori dice “inspiegabile” e non capisce come mai si prende tanti goal….Uno che continua a far giocare Fazzi e lo considera un titolare inamovibile è normale che non lo capisca.
    Spero si dia una regolata e che con un po’ di sano realismo, si renda conto che la fortuna ci ha aiutati nelle partite con spezia e perugia….mentre i punti persi li abbiamo persi solo per colpa nostra, e inizi a far giocare i vari Mordini, SBRISSA Setola, Moncini ecc.

I commenti sono bloccati.