Nordici a Cesena: difficoltà, flop e… Riski

Roope Riski
Invia l'articolo agli amici

FLASHBACK – Sarà per il clima mite o le vicine spiaggie, ma tra Cesena e giocatori nordici non c’è mai stato grande feeling, come nel caso di Roope Riski…

La placida Cesena non è mai stata destinazione prediletta per giocatori provenienti dal Grande Nord, pochi e mai fermatisi troppo a lungo. Sarà per il clima troppo mite, così tanto diverso da quello di casa, oppure per le spiagge dorate dei dintorni, troppo roventi ed affollate per i gusti degli algidi vichinghi, abituati a navigare in acque gelide e burrascose. Fatto sta che nel corso degli anni, in Romagna sono sbarcati solamente tre giocatori “nordici”: Hans Holmqvist (Svezia), Hordur Magnusson (Islanda) e Roope Riski (Finlandia).

Oltre alla provenienza nordeuropea, i tre sono accomunati dalla breve (o brevissima) permanenza a Cesena. E, francamente, nessuno di questi ha lasciato il segno nel cuore dei tifosi. Ma se Holmqvist (20 presenze, 1 gol) può almeno essere ricordato per un singolo quanto storico episodio (vedi Il piccolo Hans Holmqvist e quell’unico storico gol) e Magnusson (38 presenze, 1 gol) per essere stato il 4° giocatore islandese ad aver giocato nella nostra Serie A (12 presenze nel Cesena 2014/15), praticamente nulla si può dire dello sconosciuto Riski (1 presenza, 0 gol).

Nel gennaio del 2011, a sorpresa, il Cesena acquista a titolo definitivo dal TPS Turku il ventenne attaccante Roope Riski, un buon prospetto, si dice, capace di realizzare 38 gol in 56 partite nel campionato finlandese. Purtroppo però, solo gli abituali frequentatori di Villa Silvia avranno la possibilità di apprezzare le qualità del ragazzo, visto che esordirà in campionato il 19 marzo, ma in trasferta, precisamente a Roma contro la Lazio sostituendo Fabio Caserta nella ripresa della partita persa 1-0, e quella resterà la sua prima ed unica presenza in maglia bianconera: ben presto, infatti, Riski sparisce stranamente dai radar. E’ vero che la squadra guidata da Massimo Ficcadenti sta facendo piuttosto bene tanto da ottenere la salvezza con alcune giornate di anticipo, ma nemmeno negli spezzoni di fine campionato a giochi fatti il pubblico di Cesena avrà la possibilità di vedere all’opera il finlandese. I più maliziosi insinuano che si tratti di un clamoroso scambio di persona e che il Cesena fosse in realtà interessato ad acquistare Riku Riski, il fratello maggiore di Roope… Più che una notizia, pare però una “leggenda metropolitana”, una di quelle storie che passano di bocca in bocca senza avere alcuna fonte certa.

Resta però il fatto che nell’estate del 2011 il Cesena lascia che il ragazzo torni a casa, in prestito al TPS Turku nel campionato finlandese. Se all’epoca qualcuno pensava che si trattasse solo di una parentesi, per lasciare che il giovane Roope crescesse ancora un po’ prima di offrirgli un’altra opportunità, era fuori strada. L’anno successivo infatti il Cesena lo manda all’Honefoss in Norvegia che però, a fine stagione, decide di non rinnovare la richiesta di prestito: a quel punto, piuttosto che riportarlo in Romagna, il Cesena lo presta nuovamente al TPS Turku, a quanto pare l’unica squadra nella quale Riski riesce ad esprimersi al meglio (in tutto 63 presenze, 24 gol). Ma ecco il colpo di scena: nella primavera del 2014 quelli dell’Honefoss, ovvero coloro che due anni prima non l’avevano voluto, acquistano il giocatore a titolo definitivo e gli fanno sottoscrivere un biennale, giusto in tempo per sostituire un altro attaccante finlandese appena ceduto al Rosemborg, un certo Riku Riski…

Tuttavia questa storia ha un lieto fine perché, dopo tanto peregrinare in Norvegia, Roope Riski torna nella sua Finlandia e nelle file del SJK vince il campionato (2015) e la Coppa (2016) e, soprattutto, si rivela un grande bomber, realizzando la bellezza di 25 gol in 46 partite di cui le 17 nel campionato 2016 che gli valgono il titolo di capocannoniere della Veikkausliiga. E’ poi storia recentissima (gennaio 2017) il suo passaggio al Paderborn 07 in Germania (10 partite, 1 gol) e quello di qualche settimana fa al St. Poelten in Austria.

Alla fin dei conti, a 26 anni il ragazzo è ancora relativamente giovane ed in Finlandia è piuttosto apprezzato (5 presenze ed un gol in nazionale maggiore), ma l’impressione è che la Serie A resterà per lui solo un miraggio e dovrà quindi accontentarsi di quella brevissima apparizione con la maglia del Cesena nell’ormai lontano 2011…


Immagine tratta dal sito www.veikkausliiga.com

Ricerca personalizzata
About Stefano Manzi 258 Articles
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Destrosecco. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.