Mister Roberto D’Aversa: Vitale è un grande talento

Invia l'articolo agli amici

Purtroppo i tifosi del Cesena dovranno attendere ancora per vedere Mattia Vitale all’opera, ma il suo ultimo tecnico a Lanciano garantisce per lui

Il sito ufficiale della Juventus ha annunciato ieri i convocati per la tournée in Australia dove i campioni d’Italia disputeranno due partite a Melbourne ed una ad Hong Kong sulla via del ritorno. Un po’ a sorpresa, nell’elenco (goo.gl/IpeIwC) figura anche il nome di Mattia Vitale, a tutti gli effetti un giocatore del Cesena, seppur in prestito dalla Juventus stessa.

Non è una novità che in queste trasferte internazionali le grandi squadre si avvalgano di prestiti, accadde persino al grande Dario Hubner nel 2002 quando andò in America con il Milan, ma quello che lascia un po’ perplessi è che il giovane Vitale a Cesena non ci abbia ancora messo piede … Saranno poi da valutare le sue condizioni fisiche al momento del rientro (o meglio dell’arrivo) in Romagna previsto per il 3 agosto, ma di certo non è il massimo saltare buona parte della preparazione coi nuovi compagni, ma evidentemente al momento dell’ingaggio esisteva un accordo che prevedeva questa concessione, richiesta dalla società proprietaria del cartellino stante l’assenza di tutti i giocatori impegnati ad Euro 2016.

D'AversaComunque sia, dovendo attendere ancora un po’ per vederlo giocare dal vivo, Cesena Mio ha chiesto ragguagli su Mattia Vitale al suo ultimo allenatore, Roberto D’Aversa, ex calciatore di Sampdoria, Ternana, Siena, Messina ed allenatore della Virtus Lanciano nell’ultima sfortunata stagione (ora libero dopo essere stato ad un passo dalla panchina del Catania).

Fu proprio D’Aversa a spingere la società abruzzese a prelevare durante il mercato di riparazione il giocatore dalla Primavera juventina guidata dall’amico Fabio Grosso: “Già in passato avrei voluto Vitale con me, poi, quando lo scorso dicembre ho visto che questa possibilità poteva finalmente concretizzarsi, ho dato subito il mio benestare perché è un ottimo calciatore che mi piace molto”.

Ecco Roberto, parlaci un po’ di questo talentuoso centrocampista.
“E’ un giovane importante che deve crescere sotto il profilo tattico e giocare con continuità, ma ha davvero tutte le possibilità di tornare in un futuro alla casa base Juventus: Massimo Allegri lo stima molto, tanto che mi chiedeva sempre informazioni sulle sue prestazioni e su come aveva giocato”.

Tu come lo schieravi in campo ?
“Mattia può fare il playmaker e la mezzala, ma personalmente credo che il ruolo più adatto sia quello di mezzala sinistra. E’ davvero molto valido e nonostante sia giovanissimo ha una spiccata personalità ed anche nei momenti di difficoltà non ha paura di rischiare la giocata”.

Ipotizzando un centrocampo a tre Kone-Schiavone-Vitale, a Cesena potremmo ritenerci soddisfatti ?
“Certamente, si tratta di tre giocatori che si completano a vicenda e formano una linea mediana solida e di qualità. Ovviamente, poi bisognerà vedere le esigenze tattiche del tecnico Massimo Drago”.

Cesena potrebbe essere il trampolino di lancio giusto per lui ?
“Indubbiamente Cesena è un ambiente che ti permette di lavorare serenamente, una piazza con una grande cultura sportiva. Ero a vedere il playoff con lo Spezia e mi ha colpito molto positivamente il pubblico, un vero dodicesimo uomo in campo”.

A questo punto colgo l’occasione per chiederti il tuo pensiero sul Cesena della scorsa stagione.
“Il Cesena, pur mantenendo un profilo basso, nutriva delle ambizioni ed aveva le carte in regola per puntare alla promozione: ha espresso un bel calcio, pagando però gli infortuni di alcuni elementi chiave nei momenti cruciali della stagione, ma anche l’inesperienza dovuta al fatto che l’organico era piuttosto giovane. Si sa che i giovani possono darti entusiasmo e spensieratezza per raggiungere obiettivi incredibili come dimostra il Crotone, ma allo stesso tempo possono commettere errori dovuti all’inesperienza. Resta comunque positiva l’annata dei bianconeri”.

In attesa di trovare conferma delle parole di Roberto D’Aversa vedendo giocare Vitale, lo ringraziamo per la sua disponibilità e gli auguriamo di trovare quanto prima una panchina sulla quale tornare ad allenare.


Immagini tratte da www.europacalcio.it e ilcentro.gelocal.it