Camplone non cambia: contro il Trapani ancora 4-3-3

Invia l'articolo agli amici

INFOGRAFICA – Anche questo pomeriggio l’allenatore del Cesena dovrebbe schierare il classico 4-3-3 visto finora, con Di Roberto al posto di Ciano

In settimana si era parlato a lungo di una possibile variazione di modulo: dal 4-3-3 Camplone sembrava intenzionato a passare al 3-5-2, ma anche questo pomeriggio contro il Trapani l’allenatore del Cesena dovrebbe fare affidamento sul modulo visto sinora. Nel Cesena sono tornati nell’elenco dei convocati Cascione e Filippini, mentre Capelli (infortunio), Ciano e Dalmonte (squalifica) sono rimasti a casa. Questo pomeriggio sarà una partita veramente fondamentale per le sorti di Cesena e Trapani vista la posizione di classifica di entrambe le squadre.

Qui Cesena

Come detto in precedenza, Camplone schiererà un 4-3-3 classico nonostante le prove effettuate in settimana per sopperire all’assenza dello squalificato Camillo Ciano. In porta Agliardi è favorito su Agazzi, che dovrebbe andare in panchina visti gli errori commessi sabato scorso contro il Novara. La linea difensiva potrà contare sul rientro del centrale Perticone, che prenderà il posto di Rigione e si accomoderà accanto a Ligi. Sulle fasce agiranno i soliti Balzano e Renzetti, mentre il centrocampo non dovrebbe subire variazioni rispetto al tracollo in Piemonte con Schiavone, Kone e Laribi. In attacco accanto a Djuric giocheranno Garritano e Di Roberto, con quest’ultimo preferito al pimpante Panico.

Ballottaggi: Agliardi 70% – Agazzi 30%; Perticone 80% – Rigione 20%; Schiavone 85% – Cascione 15%; Di Roberto 75% – Panico 25%.

CESENA (4-3-3): Agliardi; Balzano, Perticone, Ligi, Renzetti; Kone, Schiavone, Laribi; Di Roberto, Djuric, Garritano. All.: Camplone.

Qui Trapani

I siciliani sono reduci dalla pesante sconfitta interna contro il Frosinone e verranno in Romagna per strappare almeno un pareggio viste le loro disperate condizioni di classifica. Il nuovo mister del Trapani, Alessandro Calori, sembra intenzionato a cambiare modulo e a passare al 4-3-2-1. Il primo avvicendamento dovrebbe avvenire tra i pali, con l’esperto Farelli che prenderà il posto del giovane Guerrieri messo sotto accusa dal pubblico trapanese per le ultime prestazioni. In difesa giocheranno Fazio, Legittimo, Cassasola e Rizzato, mentre a centrocampo Ciaramitaro, Scozzarella e Colombatto supporteranno il tridente composto da Coronado, Petkovic e Nizzetto. Il Trapani dovrà fare a meno degli squalificati Citro e Barillà, squalificati dopo la gara interna contro il Frosinone.

TRAPANI (4-3-2-1): Farelli; Fazio, Legittimo, Cassasola, Rizzato; Ciaramitaro, Scozzarella, Colombatto; Coronado, Nizzetto; Petkovic. All.: Calori.

Aggiornamento di sabato 24/12/2016 ore 12:00


In vista della delicatissima partita contro il Trapani di sabato pomeriggio (ore 15:00), l’ultimo impegno casalingo del girone di andata, nonché del 2016, Andrea Camplone prova a mescolare le carte alla ricerca dell’assetto giusto per scardinare la difesa siciliana. E’ infatti prevedibile che la formazione di Alessandro Calori (Intervista a Calori) si presenti al Dino Manuzzi con un atteggiamento estremamente prudente, con il chiaro intento di strappare almeno un pareggio su un campo che nonostante le difficoltà resta ostico per tutti.

In settimana diverse prove di cambio modulo per il mister bianconero che sia martedì che mercoledì ha provato con una certa convinzione il 3-5-2 (o 5-3-2 in fase di non possesso), una novità per Camplone a Cesena, ma non in assoluto visto che lo aveva talvolta proposto sia a Bari che a Perugia. Uno dei fattori che più potrebbe pesare sulla scelta è la sostituzione forzata dello squalificato Camillo Ciano, ma anche la volontà di infoltire il centrocampo che troppo spesso subisce la maggior velocità degli avversari, essendo quello bianconero un reparto che non ha certo nella velocità di movimento ed esecuzione la sua caratteristica principale. In ogni caso, l’avvicinamento al match è proseguito quest’oggi allo stadio a porte chiuse, lontano da occhi indiscreti, forse proprio per non svelare con troppo anticipo i piani…

Per non procurare ulteriori incertezze alla squadra, nonostante gli errori di Novara, in porta dovrebbe essere confermato Agazzi. La difesa potrebbe essere composta dai tre centrali Perticone, Rigione e Ligi, mentre Balzano e Renzetti sarebbero chiamati a coprire le rispettive fasce di competenza in entrambe le fasi di gioco, difensiva ed offensiva. A centrocampo le ultime opache prestazioni di Laribi potrebbero costargli un turno di riposo in panchina con Vitale in campo dal 1′ al fianco di Schiavone e Kone. Per quanto riguarda il reparto avanzato, Djuric è praticamente sicuro della maglia, mentre come seconda punta nel nuovo modulo Garritano dovrebbe essere preferito a Panico e Di Roberto.

Aggiornamento di giovedì 22/12/2016 ore 20:30


Dopo la deludente prestazione di sabato scorso in casa del Novara, il Cesena tornerà al Manuzzi dove per la Vigilia di Natale sfiderà il Trapani ultimo in classifica. L’allenatore dei bianconeri Camplone spera di poter recuperare Emmanuel Cascione, infortunatosi il mese scorso, oltre a Daniele Capelli che in ogni caso partirebbe dalla panchina. Il pubblico che sabato affollerà il Manuzzi non potrà fare gli auguri a Ciano, che è stato squalificato per una giornata in virtù della quinta ammonizione rimediata in campionato: mercato permettendo il numero 10 dei romagnoli tornerà sul sintetico di Cesena a gennaio.

Il tecnico abruzzese dovrà a lungo riflettere e preparare al meglio una sfida che appare già decisiva. I siciliani sono ultimi in classifica a quota 12 punti e nell’ultimo turno sono stati umiliati dal Frosinone, capace di vincere in trasferta 1-4. Il Cesena non se la passa tanto meglio: nelle ultime quattro trasferte è sempre uscito sconfitto al contrario delle gare casalinghe, in cui ha sempre vinto con Camplone sulla panchina. Si prospetta dunque una gara fondamentale per scacciare i fantasmi e attraversare al meglio le vacanze natalizie in attesa della proibitiva trasferta di Verona. Il primo dubbio di formazione riguarda la porta: se la sentirà l’allenatore del Cesena di confermare Agazzi dopo la brutta prestazione tra i pali di sabato scorso o getterà nella mischia il sempre pronto Agliardi? In fase difensiva dovrebbe finalmente tornare titolare Perticone che sostituirà Rigione, mentre Balzano, Ligi e Renzetti scenderanno regolarmente in campo. A centrocampo Cascione potrebbe rilevare Schiavone mentre Kone e Laribi dovrebbero essere le mezzali. Davanti insieme a Djuric e Garritano dovrebbe partire dal 1′ Giuseppe Panico: sarà davvero una grande occasione per il giovane bianconero, che potrebbe guadagnare un po’ di fiducia nei confronti del mister.

Per quanto riguarda il Trapani invece si presenterà al Manuzzi senza gli squalificati Nicola Citro (due giornate) e Antoninò Barillà (una giornata) e col dubbio amletico del portiere titolare. In questo avvio di stagione infatti il giovane Guerrieri, classe ’96 scuola Lazio, è apparso piuttosto insicuro tra i pali come dimostrato contro il Frosinone. L’allenatore dei siciliani sta infatti pensando se schierare dal 1′ il dodicesimo uomo Simone Farelli. Non dovrebbe riuscire a recuperare l’ex Cesena Ferretti a causa di un problema muscolare.

Aggiornamento di martedì 20.12 ore 20:30


Elaborazione grafica su best11.eurosport.com

Ricerca personalizzata
About Nicholas Brasini 190 Articles

Nicholas Brasini, tifoso sfegatato dei bianconeri, studia Ingegneria e Scienze Informatiche a Cesena e nel tempo libero collabora con il “Corriere Romagna”, seguendo gli allenamenti a Villa Silvia del Cavalluccio. Folgorato da quella maglia a partire dal 2007, anno della retrocessione in Serie C, avrebbe potuto dedicarsi ad altro, ma ha continuato a credere in questi colori ed oggi si gode il suo Cesena dagli spalti della Curva Mare.