Sarà Moncini ad affiancare Jallow contro la Ternana

Infografica Cesena-Ternana (parte 3)
Invia l'articolo agli amici

INFOGRAFICA – Oggi pomeriggio (ore 17:30) il Cesena ospiterà la Ternana in un vero e proprio scontro salvezza. Probabile che Castori schiererà accanto a Jallow  Moncini per conquistare la vittoria, con Laribi largo a sinistra

Questo pomeriggio il Cesena ospiterà la Ternana in una partita che sarà ancora più fondamentale di quanto lo fosse appena ventiquattro ore fa. Nella giornata di ieri infatti tutte le dirette concorrenti per la salvezza dei bianconeri sono riuscite ad ottenere la vittoria nelle rispettive partite, per cui i tre punti in palio oggi assumono un peso ancora maggiore. Castori non ha convocato Dalmonte ed Eguelfi, mentre dalla Primavera sono stati aggregati Ndiaye, Babbi e Carnicelli.

Qui Cesena

In settimana Castori ha fatto intendere che dopo la disfatta di Venezia serviva apportare qualche modifica allo schieramento delle ultime gare. Per questo motivo oggi pomeriggio i bianconeri dovrebbero scendere in campo col 4-4-2. In porta giocherà Fulignati, mentre in difesa spazio a Donkor, Esposito, Scognamiglio e Fazzi. A centrocampo sulle fasce Vita occuperà posizione di Kupisz, in panchina dopo le ultime deludenti prestazioni, e Laribi quella dell’infortunato Dalmonte, con Schiavone e Di Noia in mezzo al campo. In avanti Moncini dovrebbe affiancare Jallow con Cacia in panchina.

CESENA (4-4-2): Fulignati; Donkor, Esposito, Scognamiglio, Fazzi; Vita, Schiavone, Di Noia, Laribi; Moncini, Jallow. All.: Castori.

Ballottaggi: Fazzi 70% – Perticone 30%; Vita 65% – Kupisz 35%; Moncini 80% – Cacia 20%.

Attenzione a…

Non va in gol dalla sfida di dicembre contro il Palermo e nell’ultima gara è partito dalla panchina: questo pomeriggio Lamin Jallow potrebbe tornare ad esultare sfruttando soprattutto la presenza di una punta che potrebbe creargli gli spazi necessari per far male alla difesa rossoverde. Con le sue incursioni e la sua velocità, è lui l’uomo più pericoloso per far male alla Ternana.

Qui Ternana

Lunedì sera i rossoverdi hanno agguantato il pareggio in extremis contro la Salernitana ma questo non è bastato a salvare panchina di Pochesci, esonerato nelle ore seguenti alla sfida del Liberati. Al suo posto Mariani, allenatore della Primavera che questo pomeriggio esordirà in cadetteria. Il neo allenatore dovrebbe optare per un 4-3-3. In porta giocherà Plizzari, mentre in difesa spazio a Vitiello, Rigione, Valjent e Favalli. A centrocampo giocheranno Signori, Angiulli e Defendi, mentre in attacco Carretta e Statella agiranno al fianco di bomber Montalto.

TERNANA (4-3-3): Plizzari; Vitiello, Rigione, Valjent, Favalli; Signori, Angiulli, Defendi; Statella, Montalto, Carretta. All.: Mariani.

Attenzione a…

L’uomo più pericoloso della Ternana è senza dubbio Adriano Montalto, attaccante classe ’89 che in questa stagione ha già segnato 13 gol. La scorsa stagione Montalto disputò appena tre presenze con la maglia del Trapani ma in questa stagione sta dimostrando di avere un ottimo fiuto del gol nonostante l’imponente stazza atletica. I difensori bianconeri dovranno tentare di arginare soprattutto le sue manovre per evitare di correre rischi contro una squadra che ha segnato in 21 delle 24 gare disputate.

Aggiornamento infografica 04/02/2018 delle ore 12:30.


Prosegue la settimana di allenamenti in vista della delicata sfida salvezza di domenica pomeriggio, quando al Manuzzi il Cesena ospiterà la Ternana che in settimana ha esonerato Pochesci promuovendo dalla Primavera mister Mariani. Nella seduta di questo pomeriggio Castori ha potuto contare nuovamente su Cacia ed Emmanuello, rimasti ai box ieri pomeriggio in via precauzionale, ma non su Dalmonte, che è rimasto a correre in solitaria sul campo in erba naturale. Difficile a questo punto pensare di riuscire a convocarlo: con ogni probabilità il classe ’97 tornerà in gruppo la prossima settimana.

Anche nell’allenamento odierno l’allenatore di Tolentino ha confermato quanto carpito in settimana: è probabile che, vista anche l’assenza di Dalmonte, possa proporre un 4-4-2 e far giocare finalmente uno tra Cacia e Moncini accanto a Jallow. In porta ci sarà Fulignati, mentre in difesa spazio a Donkor, Esposito, Scognamiglio e probabilmente Fazzi, anche se questo pomeriggio è stato provato Di Noia sull’out di sinistra. A centrocampo Kupisz dovrebbe riposare e Vita prendere il suo posto; in mezzo ci saranno Schiavone e Di Noia (oppure Fedele qualora l’ex Bari dovesse essere dirottato in posizione di terzino sinistro) e a sinistra giocherà Laribi. Davanti Jallow è sicuro del posto, per cui rimane da stabilire solamente chi gli farà compagnia: Moncini o Cacia? Per quanto visto in settimana il favorito è il giovane classe ’96, che sta bene fisicamente ed è apparso piuttosto motivato. D’altra parte però un ariete come il calabrese potrebbe fare sempre comodo, soprattutto in una gara come quella di domenica contro la Ternana.

Gli esperimenti tattici di Castori dovrebbero portare dunque al cambiamento di modulo già assaporato negli ultimi minuti della sfida contro il Venezia di sabato scorso. I bianconeri probabilmente faranno la partita nella speranza di riuscire a bucare quanto prima possibile la retroguardia delle Fere. I tre punti sono d’obbligo e questo Castori lo sa molto bene, tanto che nel corso di tutta la settimana ha spronato i suoi ragazzi invitandoli a dare tutto nell’arco dei 90′.

Aggiornamento infografica 02/02/2018 delle ore 18:00.


La sconfitta di Venezia potrebbe rappresentare la svolta decisiva per la stagione del Cesena: giocare per pareggiare, soprattutto in trasferta, dovrebbe aver mostrato alla squadra allenata da Castori che equivale nella stragrande maggioranza dei casi ad una sconfitta. La reazione avuta negli ultimi 10′ potrebbe aver dato la scossa ai bianconeri, che domenica pomeriggio si troveranno di fronte una Ternana rimasta orfana dell’allenatore Pochesci, esonerato dopo il pareggio di lunedì sera contro la Salernitana. Ovviamente si tratterà di una gara piuttosto diversa rispetto a quella andata in scena al Penzo, poiché il Cesena sarà costretto a fare la partita e non potrà attendere gli avversari nella speranza di colpire (solamente) in contropiede. Quello che si aspetta l’ambiente bianconero è una novità dal punto di vista dell’atteggiamento ma anche del modulo utilizzato da Castori. Dopo il 4-4-1-1 che ha mostrato grosse lacune per quanto riguarda l’utilizzo di una singola punta come Cacia, non abituata a svariare su tutto il fronte offensivo, le possibilità sono due: o l’unica punta sarà Jallow con alle spalle Laribi, oppure si passerà al 4-3-1-2 (in alternativa al 4-4-2 visto contro il Palermo) con Dalmonte che in quel caso partirebbe dalla panchina dopo aver recuperato dal leggero infortunio della scorsa settimana.

Conferma del 4-4-1-1

In porta giocherà Fulignati, mentre in difesa spazio a Donkor, Scognamiglio, Esposito (ballottaggio con Suagher) e Fazzi (in dubbio con Perticone, ma dovrebbe prevalere lui). A centrocampo sulla destra Vita dovrebbe sostituire Kupisz, mentre in mezzo ci saranno Di Noia e Schiavone (il neo acquisto Fedele dovrebbe partire dalla panchina) e sull’out di sinistra il rientrante Dalmonte. In avanti Laribi si appoggerà all’unica punta Jallow.

Cambio modulo: 4-3-1-2 o 4-4-2

La colpa della sconfitta di Venezia non bisogna attribuirla unicamente al modulo scelto da Castori, ma di certo ha contribuito a non creare pericoli fino a quando non si è passati allo schieramento con due punte. Nel caso in cui l’allenatore bianconero volesse utilizzare, accanto a Jallow, uno tra Moncini e Cacia, bisognerebbe necessariamente passare al 4-3-1-2 o al 4-4-2 visto a dicembre contro il Palermo. Nel primo caso il sacrificato sarebbe Dalmonte, con Perticone terzino sinistro e Fazzi spostato a centrocampo, mentre Laribi agirebbe alle spalle delle due punte. Nel secondo caso invece Fazzi potrebbe occupare lo slot di terzino sinistro, Dalmonte agire sull’out di sinistra con Laribi in cabina di regia.

Dal momento che la partita di domenica è fondamentale per le sorti del Cesena, occorrerà sbloccarla subito poiché probabilmente le Fere verranno al Manuzzi prima di tutto per non perdere. Il modulo con due punte potrebbe permettere al Cesena di avere più alternative in avanti, sfruttando l’agilità di Jallow e l’ottimo momento di forma di Moncini (o in alternativa la vena realizzativa di bomber Cacia).

Aggiornamento infografica 31/01/2018 delle ore 18:00.


Elaborazione grafica dal sito homecrowd.io

About Nicholas Brasini

Nicholas Brasini, tifoso sfegatato dei bianconeri, studia Ingegneria e Scienze Informatiche a Cesena e nel tempo libero collabora con il “Corriere Romagna”, seguendo gli allenamenti a Villa Silvia del Cavalluccio. Folgorato da quella maglia a partire dal 2007, anno della retrocessione in Serie C, avrebbe potuto dedicarsi ad altro, ma ha continuato a credere in questi colori ed oggi si gode il suo Cesena dagli spalti della Curva Mare.

View all posts by Nicholas Brasini →

4 Comments on “Sarà Moncini ad affiancare Jallow contro la Ternana”

Comments are closed.