Castori sceglie Di Noia dal 1′, il Pescara scommette su Pettinari

Infografica Cesena-Pescara (parte 1)
Invia l'articolo agli amici

INFOGRAFICA – Questo pomeriggio il Cesena ospiterà il Pescara: Castori non potrà contare sull’infortunato Schiavone e sugli squalificati Kupisz e Cacia

E’ tempo di scendere in campo per Cesena e Pescara, che questo pomeriggio (ore 18) si affronteranno al “Manuzzi” in una partita che promette spettacolo. Entrambe le formazioni infatti sono alla ricerca di punti e nelle ultime cinque uscite i gol e le emozioni non sono mancate: quando il Cesena è sceso in campo sono state realizzate 25 reti complessive, mentre con il Pescara se ne sono viste 20. Due formazioni dunque che non si preoccupano troppo della fase difensiva ma puntano a segnare sempre un gol in più dell’avversario.

Qui Cesena

In settimana Castori ha dovuto tenere presente delle assenze forzate per la gara di oggi: in un colpo solo mancheranno Schiavone (infortunato), Kupisz e Cacia (squalificati). L’allenatore di Tolentino ha insistito sul 4-4-1-1 visto sinora con qualche interessante novità. In porta giocherà Fulignati, mentre in difesa assisteremo all’ennesimo cambio di ruolo di Perticone, che per l’occasione si sposterà sull’out di sinistra con Donkor a destra e Scognamiglio ed Esposito centrali. A centrocampo il polacco verrà rimpiazzato da Fazzi, mentre accanto a Kone si dovrebbe rivedere dal 1′ Di Noia, recuperato dopo il mese di stop forzato causa infortunio. Sulla sinistra ci sarà ancora Dalmonte, mentre in avanti spazio per Laribi e Jallow.

Ballottaggi: Perticone 90% – Mordini 10%; Fazzi 75% – Vita 25%, Di Noia 80% – Cascione 10% – Sbrissa 10%.

CESENA (4-4-1-1): Fulignati; Donkor, Scognamiglio, Esposito, Perticone; Fazzi, Kone, Di Noia, Dalmonte; Laribi; Jallow. All.: Castori.

Attenzione a…

Nel Cesena il giocatore al momento più in forma è Karim Laribi, autore di una doppietta in casa del Frosinone e autentico tuttofare del reparto avanzato bianconero. Contro il Pescara potrebbe risultare fondamentale nelle verticalizzazioni per Jallow, ma sarà fondamentale anche il suo contributo in fase difensiva per permettere un recupero palla quanto più veloce possibile.

Qui Pescara

La panchina di Zeman è traballante: una sconfitta al Manuzzi per lui potrebbe significare essere arrivato al capolinea sulla panchina abruzzese. Nonostante questo però in conferenza stampa ha mostrato rispetto per i bianconeri e non ha risparmiato qualche frecciata ai suoi giocatori, accusati di non saper ancora scendere in campo per vincere. Il boemo schiererà i suoi con un offensivo 4-3-3: in porta ci sarà Fiorillo, mentre la linea difensiva sarà composta da Zampano, Fornasier, Coda e l’ex Mazzotta. A centrocampo spazio a l’ex Valzania, Carraro e Brugman, mentre in avanti attenzione a Mancuso, Pettinari e Benali.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Coda, Mazzotta; Valzania, Carraro, Brugman; Mancuso, Pettinari, Benali. All.: Zeman.

Attenzione a…

Il giocatore più decisivo di questo Pescara è senza dubbio l’attaccante Pettinari, riscopertosi bomber in questa stagione viste le 11 segnature realizzate finora. L’attaccante romano classe ’92 rappresenta lo spauracchio principale da dover tenere a bada: non dà punti di riferimento e svaria su tutto il fronte offensivo, creando numerosi grattacapi alle difese avversarie.

Aggiornamento infografica 08.12.17 delle ore 12:30.


La bellissima impresa di Frosinone, nonostante il solo punto guadagnato, inizia a presentare il conto ai defraudati bianconeri. Nella delicatissima sfida di venerdì pomeriggio al Dino Manuzzi contro il Pescara, il Cesena non potrà infatti contare su Schiavone, infortunatosi nel corso della gara contro i laziali, e nemmeno su Kupisz e Cacia, squalificati dal giudice sportivo in virtù di quanto successo allo Stadio Benito Stirpe. L’attaccante calabrese se la caverà con una sola giornata di stop, mentre il polacco sarà costretto a rimanere fuori per ben tre turni, secondo chi ha stilato il referto reo di aver colpito Beghetto con una gomitata (?!?).

A causa di queste assenze, Castori sarà costretto a modificare parte della squadra che aveva pareggiato con pieno merito sabato scorso. In porta giocherà ancora Fulignati, che giornata dopo giornata sta mostrando notevoli miglioramenti sia nelle uscite, che per la fiducia che riesce ora a trasmettere ai compagni. La linea a quattro difensiva è ancora piuttosto difficile da prevedere, ma probabilmente l’allenatore di Tolentino schiererà Donkor sulla destra, Scognamiglio ed Esposito in mezzo e Perticone sulla sinistra. A questo punto Fazzi dovrebbe occupare il ruolo lasciato scoperto da Kupisz, mentre in mezzo accanto a Kone potrebbe giocare il rientrante Di Noia, ma solo se sarà ritenuto pronto dopo l’infortunio, oppure Sbrissa. Sulla sinistra confermato Dalmonte, mentre in avanti ci saranno ancora Laribi e Jallow.

Si preannuncia una sfida entusiasmante: Cesena e Pescara sono due delle squadre che segnano di più, ma nello stesso tempo subiscono anche più gol, per cui è lecito attendersi una gara ricca di emozioni. I bianconeri dovranno fare di necessità virtù dopo il furto subìto sabato scorso e tentare di raggiungere in classifica proprio gli abruzzesi. Una vittoria darebbe enorme entusiasmo a tutta la piazza, soprattutto in vista del derby contro il Parma. Insomma, un bel banco di prova per la squadra e per tutti i tifosi del Cesena.

Aggiornamento infografica 06.12.17 delle ore 18:00.


Elaborazione grafica tratta dal sito best11.eurosport.com

Ricerca personalizzata
About Nicholas Brasini 190 Articles

Nicholas Brasini, tifoso sfegatato dei bianconeri, studia Ingegneria e Scienze Informatiche a Cesena e nel tempo libero collabora con il “Corriere Romagna”, seguendo gli allenamenti a Villa Silvia del Cavalluccio. Folgorato da quella maglia a partire dal 2007, anno della retrocessione in Serie C, avrebbe potuto dedicarsi ad altro, ma ha continuato a credere in questi colori ed oggi si gode il suo Cesena dagli spalti della Curva Mare.

13 Commenti

  1. Mica per cattiveria…ma a me personalmente non piace proprio. Infatti vedo che la sufficienza la prende sempre, ma in impostazione mi pare proprio scarsino….boh—come Fazzi terzino sinistro….ancora più deleterio.
    L’infortunio di Schiavone non ci voleva proprio, adesso che giocava finalmente proprio alla grande….Anche io spero che giochi finalmente Sbrissa, ma ho un po’ perso la speranza , perchè anche lui , al pari di Mordini da quando c è Castori non ha visto il campo neanche un minuto, e sinceramente non riesco a capire il perchè-
    p.s. Se è vero che c ‘è la possibilità, riprendiamo Tommaso Arrigoni….

  2. Come mai dici così? 🙂 Finora ha sempre fatto bene tranne la gara da terzino sinistro a Carpi..il problema è che poi in mezzo al campo ci saranno lui e Kone insieme che a mio parere dovrebbero giocare solo l’uno in assenza dell’altro, ma mancando Schiavone dovrebbero giocare insieme. A meno che il mio pupillo Sbrissa non venga schierato a sorpresa 🙂

  3. Ci siamo giocati il bonus dell assenza di DiNoia…..se rientra davvero siamo spacciati.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*