Contro il Foggia, rivoluzione sulle fasce. Laribi ci sarà

Infografica Cesena-Foggia (parte 2)
Invia l'articolo agli amici

INFOGRAFICA – Oggi pomeriggio il Cesena ospiterà il Foggia al Dino Manuzzi (ore 15:00) con diverse novità di formazione. Recuperato in extremis Laribi

La giornata di ieri si è aperta con il comunicato del Cesena Calcio relativo all’importantissima partita di questo pomeriggio: i tifosi locali non potranno parcheggiare nello spazio antistante al Montefiore poiché occupato interamente dai tifosi del Foggia che giungeranno numerosissimi in Romagna. Già questo dato potrebbe essere sufficiente per galvanizzare l’ambiente bianconero, come se non bastasse la tensione per questa partita assai delicata per le sorti del Cavalluccio. Castori a sorpresa ha convocato Laribi dopo il brutto infortunio patito qualche giorno fa in allenamento e addirittura potrebbe schierarlo dal 1′. Sono rimasti a casa invece gli infortunati Cascione e Perticone, con il secondo che dovrebbe rientrare a pieno regime dalla trasferta di Perugia della prossima settimana.

Qui Cesena

Il recupero a sorpresa di Laribi sarà fondamentale per non stravolgere lo scacchiere tattico di Castori dalla cintola in su, con il reparto difensivo che dovrebbe essere quello maggiormente colpito dalle novità. In porta confermato Agliardi, così come i centrali di difesa Esposito e Rigione. Sulle fasce però dovrebbero esserci da una parte Donkor, rientrato finalmente dopo l’infortunio subito a Bari nella prima giornata di campionato, e Setola, che potrebbe essere schierato a sinistra proprio come capitatogli nel corso del torneo di Viareggio con la maglia della Fiorentina. A centrocampo l’unica novità riguarda Di Noia, che torna nella sua posizione preferita accanto a Kone, con a destra Kupisz e a sinistra Dalmonte. In avanti, se Laribi riuscirà a partire titolare, affiancherà Jallow, altrimenti spazio a Moncini.

Ballottaggi: Donkor 65% – Fazzi 35%; Setola 65% – Mordini 35%; Di Noia 80% – Schiavone 20%; Laribi 55% – Moncini 45%.

CESENA (4-4-1-1): Agliardi; Donkor, Esposito, Rigione, Setola; Kupisz, Kone, Di Noia, Dalmonte; Laribi; Jallow. All.: Castori.

Qui Foggia

I satanelli hanno trovato la prima vittoria stagionale casalinga la scorsa settimana e, complice l’entusiasmo che si respira in città, saranno seguiti da più di 3000 fedelissimi anche al Dino Manuzzi. L’allenatore Stroppa non potrà contare su diversi giocatori, primo fra tutti Nicastro che è rimasto in Puglia. In porta giocherà Guarna, mentre la difesa a quattro sarà composta da Gerbo, Camporese, Coletti e Lo Iacono. A centrocampo spazio a Fedele, Vacca e Deli, mentre il tridente offensivo sarà composto da Floriano, Mazzeo e Beretta. Solo panchina per l’acciaccato Chiricò.

FOGGIA (4-3-3): Guarna; Gerbo, Camporese, Coletti, Lo Iacono;Fedele, Vacca, Deli; Floriano, Mazzeo, Beretta. All.: Stroppa.

Aggiornamento infografica 21/10/17 delle ore 11:30.


Procede spedita la preparazione in vista della delicatissima sfida di sabato pomeriggio, dove al Manuzzi (ore 15) il Cesena di Castori sfiderà il Foggia alla ricerca di una vittoria fondamentale ai fini della classifica e dell’entusiasmo. Se in settimana si era lavorato bene a Villa Silvia con buona intensità, ieri pomeriggio purtroppo l’allenatore di Tolentino ha perso la possibilità di schierare contro i pugliesi l’ex Laribi, a causa di un duro contrasto con Di Noia che lo ha messo fuori gioco. Il problema, oltre ad una questione puramente tecnica, riguarda il fatto che il Cesena sta per immergersi in un periodo fitto di impegni (martedì si giocherà a Perugia il turno infrasettimanale) e ogni singolo giocatore è fondamentale per riuscire ad affrontare tutti questi impegni al meglio.

Nonostante l’infortunio a Laribi, Castori ha continuato a lavorare sul 4-4-1-1 variando qualcosa dal punto di vista degli uomini. Come detto nel corso della settimana, l’esperimento Di Noia terzino sinistro è stato bocciato, tanto che in un’intervista rilasciata in settimana l’ex Ternana ha ammesso di sentirsi un vero e proprio mediano. In porta ci sarà Agliardi, mentre i quattro di difesa sono un vero e proprio rebus: Perticone si è allenato in gruppo ma non sembra essere ancora in condizione, mentre Donkor è appena rientrato e non ha i 90′ nelle gambe. Probabile che sulla destra ci si affidi ancora una volta a Fazzi, con Rigione ed Esposito centrali e Setola sull’out di sinistra. A centrocampo Di Noia dovrebbe affiancare Kone, mentre sulle fasce spazio a Kupisz e Dalmonte. In avanti, vista l’assenza di Laribi, Castori potrebbe optare per spostare Jallow dietro l’unica punta Moncini. Altre soluzioni potrebbero prevedere l’impiego di Schiavone dal 1′ così come quello di Panico; per quanto riguarda invece il ruolo di seconda punta, Castori potrebbe optare per spostare Dalmonte alle spalle di Jallow.

L’infortunio a Laribi sembra poter complicare tutto: nonostante le deludenti prestazioni di questo inizio di stagione, l’italo-tunisino sembrava in ripresa e uno dei pochi a saper trattare la palla con qualità. A questo punto Castori dovrà inventarsi qualche soluzione per poter colpire i pugliesi, che per l’occasione e galvanizzati dal primo successo casalingo della scorsa settimana, saranno seguiti da almeno duemila tifosi rossoneri.

Aggiornamento infografica 19/10/17 delle ore 19:00.


Elaborazione grafica tratta dal sito best11.eurosport.com

Ricerca personalizzata
About Nicholas Brasini 181 Articles

Nicholas Brasini, tifoso sfegatato dei bianconeri, studia Ingegneria e Scienze Informatiche a Cesena e nel tempo libero collabora con il “Corriere Romagna”, seguendo gli allenamenti a Villa Silvia del Cavalluccio. Folgorato da quella maglia a partire dal 2007, anno della retrocessione in Serie C, avrebbe potuto dedicarsi ad altro, ma ha continuato a credere in questi colori ed oggi si gode il suo Cesena dagli spalti della Curva Mare.

11 Commenti

  1. tendenzialmente credo che non venga preso in considerazione in quanto mezzala classica, ruolo nel presente nel centrocampo a due di castori. io però dietro a jallow al posto di laribi lo vedrei abbastanza bene. poi magari si può adattare anche nel centrocampo a due, quello lo deciderà castori.

  2. Lo spettacolo DEVE andare avanti. Domani si va a vedere a che punto è arrivato il lavoro di Castori……speriamo basti per farci divertire , per vedere qualche altro miglioramento di gioco e per capire se l’atteggiamento dei giocatori è sufficientemente battagliero per farci sperare in una salvezza futura. Certamente il pensiero va ai punti necessari per andarsene dalla spregevolissima ultima posizione, ma secondo me non è ancora il tempo per averne di meritati. Forse domani potremo rubarne uno o più, ma la verità è che la nostra posizione in classifica rispecchia chi siamo. Credo però in una nostra lenta e progressiva crescita accompagnata dal lavoro quotidiano di Castori. Quella vorrei vedere domani. Che è molto più importante dei punti. Se riusciremo a produrre 4-5 azioni da gol, con l’accompagnamento dei centrocampisti, allora mi riterrò soddisfatto. Ora però voglio fare il mio pronostico per domani, basandomi su una presunta lenta crescita intrasettimanale dei nostri e ipotizzando vere le 4/5 azioni da gol che dicevo: noi facciamo 2 gol (Dalmonte/Moncini, ma se entrasse Sbrissa, lo farebbe lui al posto di Dalmonte)). Quelli del Foggia non riesco ad immaginarmeli, spero però non ce ne facciano 3!!!!!

  3. La speranza è l’ultima a morire…portate in campo acqua benedetta…. e olio degli infermi..pregate tanto il fattore C .non si sa mai.

I commenti sono bloccati.