Giulia Stronati: “Dalmonte e Fazzi hanno un futuro in serie A”

Giulia Stronati Sportitalia
Invia l'articolo agli amici

INTERVISTA – Giulia Stronati ha seguito per Sportitalia le trattative di calciomercato: con lei parliamo di serie B e del Cesena in particolare

Entra nel vivo la seconda parte del campionato cadetto 2017/18. Chi segue con interesse professionale le vicende della serie B è Giulia Stronati, l’inviata di Sportitalia che con le sue esclusive interviste agli addetti ai lavori è stata un’inesauribile fonte di notizie di calciomercato. In questa intervista Giulia ci parla di mercato, serie B e Cesena. Queste le sue parole a Cesena Mio.

Ciao Giulia, un tuo giudizio su questa serie B che sta entrando nella fase cruciale…
“È una serie B incerta e spettacolare come non mai. L’equilibrio regna sovrano e bastano due vittorie o due sconfitte per volare dalla zona playout a quella playoff o viceversa”.

Le tre principali candidate alla promozione?
“Le favorite per la promozione restano Frosinone, Palermo ed Empoli. Quest’ultimi con l’avvento di Andreazzoli in panchina hanno svoltato e vantano la coppia d’attacco più forte della categoria: con Caputo e Donnarumma i toscani partono sempre almeno da 1-0”.

Invece le formazioni rivelazione?
“Dico Cremonese e Carpi, anche non sono proprio della sorprese. I lombardi hanno acquistato giocatori importanti per la categoria ed hanno un tecnico esperto come Tesser al timone. Gli emiliani dopo la finale playoff persa hanno cambiato pelle, ma si stanno confermando in zona playoff”.

Da grande esperta quale sei, quali sono le società che hanno operato meglio sul mercato di gennaio?
“In tante si sono mosse molto bene. Sicuramente il colpo da copertina è stato l’acquisto di Ciciretti da parte del Parma, che ha preso anche un ottimo regista come Vacca. Molto bene anche Empoli e Frosinone, che si sono rinforzate senza però stravolgere l’organico: Maietta e Brighi daranno solidità e sostanza ai toscani, mentre con Chibsah e Kone i ciociari hanno rivoluzionato la mediana facendo un salto di qualità”.

Anche altri club hanno però  messo a segno acquisti di rilievo…
“Tra le operazioni più interessati, il ritorno di Vido a Cittadella ed il passaggio di Palladino allo Spezia. In coda mi incuriosisce la rivoluzione operata dalla Pro Vercelli: Gatto e Reginaldo possono dare un apporto importante e rivitalizzare il reparto offensivo dei piemontesi”.

Il Cesena ha invece mantenuto intatto il gruppo. Pensi che la salvezza sia alla portata dei bianconeri?
“Ritengo che con mister Castori il Cesena abbia tutte le carte in regola per salvarsi tranquillamente. L’organico è di buon livello con tanti giovani interessanti ed elementi importanti per la categoria come Scognamiglio, Laribi, Cascione e Perticone. Mi piace molto anche Jallow, che quest’anno sta trovando continuità anche in zona gol. Poi quando rientrerà Cacia, i romagnoli potranno contare su una garanzia in fase realizzativa”.

Non solo Jallow tra i giovani più interessanti del Cesena…
“Tra i giovani bianconeri occhio a Dalmonte e Fazzi: sono convinta che possano arrivare in serie A nel giro di un paio d’anni”.

A proposito di Cesena, conosci la piazza? Sei mai stata al Dino Manuzzi?
“Ancora non sono stata al Manuzzi, ma seguo con attenzione il Cesena così come tutte le squadre di serie B. Il pubblico è molto caloroso e tra i più passionali della categoria. E poi, negli ultimi anni, sono passati da Cesena tanti giocatori importanti, che proprio in Romagna hanno trovato il loro trampolino di lancio. Penso a Giaccherini, Parolo, Nagatomo, Kessie, Caldara…”.

Durante il calciomercato hai avuto modo di seguire qualche operazione del club cesenate?
“Avevo seguito da vicino la trattativa estiva per il prestito di Jallow dal Chievo. A gennaio invece non ho avuto modo di indagare sulle mosse di Rino Foschi. Comunque Suagher in difesa e Fedele a centrocampo sono innesti interessanti ed adatti al gioco di Castori, che ha già allenato entrambi a Carpi”.


Immagine tratta dal sito www.viaggiomagico.net

About Ivan Zannoni

Ivan Zannoni frequenta da sempre il mondo del calcio, dapprima come giocatore poi come allenatore e dirigente. Ha collaborato con La Voce di Romagna per la quale seguiva i campionati dilettantistici ed ultimamente lo si è anche potuto seguire su Telerimini nel ruolo di opinionista per la trasmissione Dilettanti nel Pallone. Da buon romagnolo, segue con apprensione le vicende del Cesena Calcio e scrivendone, riesce a dar sfogo alla sua passione.

View all posts by Ivan Zannoni →