Fiducia in Ettore Gliozzi, “bomber da 15 gol”

Ettore Gliozzi
Invia l'articolo agli amici

LO SPUNTO – Al Cesena sembra mancare ancora qualcosa in attacco, ma non va dimenticato che Ettore Gliozzi è l’under 23 che ha segnato di più lo scorso anno

“Serve assolutamente una punta”. “Manca un centravanti da 15 gol”. “Senza un bomber si retrocede”. Ormai da un mese a questa parte si ascoltano spesso frasi del genere circolare nei bar o nelle piazze dei Cesena. Difficile dare loro torto, in effetti una punta di esperienza che abbia già giocato (e segnato) in serie B potrebbe sicuramente servire. Tuttavia, sarà estremamente difficile, se non impossibile, trovare un attaccante che realizzi così tanto in questa categoria: dopo Agostini e Hubner infatti, sono assai rari i casi in cui il Cesena ha avuto a disposizione un centravanti del genere. E quasi mai è finita bene…

Nel 2009/10, da neopromosso in serie B, il Cesena chiuse il campionato al secondo posto dietro al Lecce e salì sorprendentemente in serie A: Giaccherini e Do Prado (entrambi centrocampisti offensivi) chiusero in testa a pari merito nella classifica marcatori bianconera con “solo” 9 reti all’attivo, mentre l’attaccante più prolifico fu Malonga con 8 gol, per cui fu una stagione trionfale pur senza “bomber da 15 gol”. Situazione analoga nel 2013/14, stagione di un’altra clamorosa promozione in A: all’epoca fu Rodriguez il cesenate andato a segno con maggior frequenza, ma le sue reti furono “soltanto” 8, per un altro trionfo senza “bomber da 15 gol”. C’è anche un rovescio della medaglia. Finalmente nel 2012/2013 il Cesena ebbe un “bomber da 15 gol”, allorché Succi realizzò ben 15 reti, ma quella squadra, dopo mille sofferenze, si salvò solo a poche giornate dalla fine. Decisamente peggio andò nel 1999/00 quando i 16 gol di Taldo non bastarono per evitare i playout con la Pistoiese ed una clamorosa retrocessione. La storia ci insegna quindi che l’equazione “bomber da 15 gol” uguale risultato assicurato non è del tutto corretta.

Se poi vogliamo essere precisi, un “bomber da 15 gol” è già arrivato… Prelevato dal Sassuolo, Ettore Gliozzi (classe 1995) lo scorso anno ha realizzato proprio i fatidici 15 gol nelle file del Sudtirol in Lega Pro, affermandosi come l’under 23 che ha segnato di più in stagione. Difficilmente Gliozzi potrà reggere il peso dell’attacco bianconero da solo, ma non è detto che non “esploda”, seppur all’esordio assoluto in serie B.

D’altronde sono davvero tanti gli attaccanti che una volta dimostrato il loro valore in terza serie hanno stupito tutti nella prima stagione in cadetteria. L’esempio più clamoroso è senza dubbio quello di Simone Zaza: 18 gol alla prima stagione in serie B con la maglia dell’Ascoli. Altro precedente incoraggiante è quello di Marco Sau, 21 gol nella Juve Stabia dopo i 20 dell’anno precedente a Foggia. A seguire in questa carrellata Simone Ganz, una garanzia a Como sia in Lega Pro che in serie B, per non parlare di Matteo Mancosu, vero e proprio trascinatore del Trapani, capocannoniere con 26 gol del torneo di B al suo debutto. Non sono arrivati a 15, ma hanno comunque molto ben figurato altri due esordienti come Felice Evacuo (13 gol a Frosinone) e Leonardo Pavoletti (11 gol a Sassuolo). Tra questi non figura invece Kevin Lasagna, unicamente perché proveniente addirittura dal campionato di serie D quando è esploso verso la fine del suo primo anno in cadetteria segnando 5 pesantissimi per il Carpi che volava verso la serie A. Ci sono poi alcuni attaccanti che hanno fatto benissimo in serie B nel loro primo anno intero, dopo che in precedenza avevano soltanto “assaggiato” la categoria, giocando poco per infortunio. Si tratta di Gianluca Lapadula e Andrej Galabinov: il primo ha avuto un debutto sfortunato in serie B proprio con il Cesena, allorché non ha inciso nonostante un grande precampionato ed è stato ben presto accantonato (anche per un infortunio), salvo poi ritornare in B dopo una grande stagione al Teramo in Lega Pro, trascinando il Pescara in serie A con ben 27 gol; il secondo invece aveva già esordito in cadetteria con la maglia del Livorno, ma ha disputato solo 3 partite in quella stagione, prima di tornare e realizzare 15 gol con l’Avellino.

Concludendo, una punta dovrà essere acquistata dal Cesena, ma bisogna anche dare fiducia a Ettore Gliozzi, il quale potrebbe anche regalarci grandi soddisfazioni seppur alla sua prima stagione in serie B. Tornando alla stagione 2009/10, ricordate Dominique Malonga? Ebbene, proveniva dal Foggia in Lega Pro, ma fu decisivo per la promozione in serie A del Cavalluccio…


Foto di Luigi Rega tratta dal sito www.cesenacalcio.it

Ricerca personalizzata

15 Commenti

  1. errata corige: ho invertito il senso dell inciso, volevo dire ” che a me NON sta particolarmente simpatico”

  2. Signor Stefano Severi inserisca i commenti nel suo fazioso portale.
    E soprattutto si guardi la conferenza del signor pochesci (che per inciso a me sta particolarmente simpatico): dice delle cose che la riguardano.
    ps: che ruolo fa valzania?

  3. sono d’accordo con Gianluca, il problema è che dovranno concatenarsi troppe situazioni favorevoli, praticamente tutti dal centrocampo in su dovranno fare il loro record di goal apparte moncini e gliozzi che dovranno confermarsi, è abbastanza probabile che qualcosa vada storto..ma ogni stagione è a se e considero azzardato dire che siccome alcune stagioni sono andate in un modo allora anche questa andrà cosi, altrimenti perché non scrivere che gli attaccanti bisogna prenderli in interregionale poiche il perugia prese bucchi da li?
    @stefano, per carità ognuno ha la sua opinione: io credo che se chiedi a 10 tifosi di ogni squadra di serie b se preferiscono avere la coppia kone galabinov, o crimi moncini gli unici che preferirebbero la seconda sono i nostri. e secondo me si sbagliano.di grosso.

  4. Io credo che l’importante sia andare in gol. Che siano le punte a segnare o i centrocampisti non fa differenza. Anzi sono convinto che più i gol saranno distribuiti fra i giocatori più regnerà quella tranquiliità utile a tutti del non doversi trovare sotto pressione ad ogni partita. Camplone sta spostando l’attenzione dei giocatori sulla prestazione pura che dovrebbe portare fiducia e punti a iniziare da metà del girone di andata. E il suo progetto prevede di finire il campionato in crescendo e avere una squadra matura per il suo gioco a partire dal prossimo campionato (2018-2019) cambiando poco. Devo però aggiungere subito che quest’anno più che negli anni passati si è costruita una squadra per mantenere la categoria e non per tentare il salto in quella maggiore. E questo per me è un rischio elevato. Ci sono troppe variabili che dovrebbero andare per il verso giusto. Perchè molti giocatori dovrebbero avere delle prestazioni superiori a quelle da loro vissute fino ad ora, come mai nella loro vita sportiva e che forse non pensano nemmeno di poter esprimere. Senza contare che il fattore di stabilità psicologica, quando i punti tarderanno ad arrivare, è tutta a nostro sfavore con una squadra di giovani e inesperti. Insomma, la tempesta perfetta è all’orizzonte e ci stiamo andando dritti incontro. Sarà interessante vedere se riusciremo a cavarcela anche quest’anno……che forse un altro anno di tempo non ci sarà concesso se dovessimo retrocedere (vedi finanza societaria)!

  5. Secondo me, meglio puntare su giovani con “voglia” che su giocatori che vengono a Cesena x fare un anno sabbatico… Ne abbiamo 4, Gliozzi, Panico, Moncini, Jellow e non dimentichiamoci di Dal Monte, forse il più duttile dei 5, sacrificando Crimi poi? No, per come la penso io, rimango così. Se va via Ligi, sostituirlo con Marchizza. Se poi Rigione vuole venire, pagato in parte dal Chievo secondo me “sente” più di altri cesena come la piazza ideale, lo accontenterei e chiuderei così.

  6. poi sta cosa che camplone ha chiesto di non cedere crimi non dipenderà forse dal fatto che è l unica domanda che gli fanno sul mercato? d’altronde se il titolo che voglio fare (es: camplone blinda crimi) è già deciso in partenza basta rompere le scatole tre settimane con la stessa domanda e prima o poi..

  7. cesena mio un conto è dire che non serve un bomber da 15 goal e siamo d’accordo ma bisognerebbe anche indicare chi fara le veci di parolo do prado giaccherini malonga nel cesena attuale altrimenti si fa retorica vuota. moncini 2 anni fa la palla non la vedeva proprio, che ora sia pronto per la b è tutto da dimostrare. ma è soprattutto il silenzio su perticone a fronte del polverone su crimi che trovo inaccettabile.

  8. Articolo da 10 e lode . Finalmente si dice che probabilmente in attacco siamo a posto. Di solito chi segna in lega pro segna anche in b e ricordiamoci che anche Moncini a Prato ha segnato tredici reti. Poi finalmente si fa anche notare che in serie A si va, o si puà fare un buon campionato, a prescindere dal bomber da 15 reti.
    Crimi da non cedere assolutamente, come mi pare di aver capito ha chiesto anche Camplone. Nessuno è fondamentale, ma se non lo è Crimi a maggior ragione Galabinov o un qualsiasi attaccante di tale livello. Se Kone equivalesse a Crimi…. sentiamo il Genoa se accetta il cambio. Sinceramente continuo a pensare che non vedo l ‘ora finisca il mercato per ma la squadra va bene cosi….(potenzialmente di attaccanti titolari ne abbiamo 4)

  9. Come si prova a spiegare nell’articolo, non sempre il numero di gol del capocannoniere è indicativo di una stagione fortunata… Leggere per credere…

  10. io ho fiducia in gliozzi, ma un attaccante manca lo stesso, senza contare che una piazza come cesena che in serie b dovrebbe essere ambiziosa in condizioni normali dovrebbe pretendere i 2 attaccanti titolari invece di chiedersi se veramente ne serve uno. ma quello che non capisco è tutta sta cantilena sulla cessione di crimi, che rischia di giustificare il mancato arrivo della punta. uno scambio crimi galabinov per esempio sarebbe come una manna ma pare che sarebbe preso dalla piazza come una tragedia. un centrocampo laribi kone vita sarebbe cosi inferiore? non credo proprio e avremmo anche un attacco decente. inoltre per non cedere crimi ora pare diventato cedibile anche perticone e questo si che è grave e dovrebbe scatenare il putiferio che si sta scatenando per crimi, ma nessuno dice niente..sempre più perplesso.

  11. Questa è solamente una scommessa, ci sono più probabilità che non arrivi a 10 gol, giocando tutte le partite, che arrivi a 15 gol. Non possiamo basarci su scommesse a mio parere

I commenti sono bloccati.