Coppa Italia: il Cesena va avanti, diverse squadre di B no

Laribi gol in Cesena-Samb di Coppa Italia
Invia l'articolo agli amici

COPPA ITALIA – Il Cesena supera 2-1 la Samb e va al terzo turno (i 32esimi). Empoli, Entella, Novara, Parma, Pro Vercelli, Ternana e Venezia già eliminate

La Coppa Italia, nonostante sia competizione che per come è attualmente formulata non dovrebbe dare troppo spazio alle sorprese (di norma la squadra più forte gioca in casa), da qualche anno riserva sempre diversi colpi di scena. Il cammino del Cesena (quarti di finale) lo scorso anno e quello dell’Alessandria (semifinale) due anni fa ne sono un chiaro esempio: i risultati inattesi infatti non mancano ed anzi sono ormai piuttosto frequenti all’inizio del torneo. Non ne sono mancati nemmeno in questo secondo turno, nel corso del quale si sono verificate eliminazioni eccellenti.

La prima di queste è senza dubbio quella dell’ambizioso Venezia di Filippo Inzaghi, caduto in casa 2-1 contro il Pordenone: ai lagunari non è infatti bastata la rete di Moreo, visto che i neroverdi friulani si sono imposti con i gol di Martignago e Burrai. A questo inatteso ko si aggiunge la disfatta del Novara, sconfitto 2-1 dal Piacenza, complice la pessima prestazione del portiere Montipò. Altri risultati inaspettati sono la sconfitta ai calci di rigore 5-6 (2-2 dopo i tempi supplementari) dell’Empoli contro il Renate e la vittoria 1-0 del Trapani in casa della Ternana, squadra quest’ultima ampiamente rivoluzionata per le note vicissitudini legali.

Al contario, tutto facile per il Palermo, una delle grandi favorite del prossimo campionato di serie B, che spazza via il Virtus Francavilla con un perentorio 5-0 nel quale spicca tripletta del rientrante Trajkovski. Stesso per il Carpi che travolge 4-0 il Livorno con la doppietta di Mbakogu e le reti dei nuovi arrivati Verna e Jawo. Pure lo Spezia non corre alcun pericolo contro la Reggiana e vince 3-0 con le reti di Ceccaroni, Vignali e Sciaudone. Meno problemi del previsto anche per il Bari che vince con merito contro il neopromosso, ma molto ambizioso, Parma: al rigore di Calaiò risponde capitan Galano con una bellissima doppietta, con il secondo dei suoi gol realizzato in mirabile rovesciata. Spettacolo anche all’Adriatico, dove il Pescara di Zeman fatica più del dovuto per battere la Triestina, riuscendoci solo dopo i tempi supplementari conclusi 5-3. Bella partita anche al Del Duca, con l’Ascoli che si impone 3-2 contro la Juve Stabia (doppietta di Favilli per i marchigiani, mentre per i campani la doppietta la realizza l’ex cesenate Paponi). A proposito di ex, il Padova di Pierpaolo Bisoli viene eliminato di misura dal Brescia appena acquistato da Cellino, che passa il turno grazie al gol di Torregrossa. Avanti anche il Cittadella (2-1 all’Albinoleffe), l’Avellino (1-0 sul Matera), la Salernitana (2-1 sull’Alessandria) ed il Perugia che esce vittorioso 2-1 dal sentito ed attesissimo derby di Coppa Italia con il Gubbio.

Un po’ meno sorprendenti di quelli citati, ma comunque inattesi, i colpi in trasferta del Lecce (2-1) sul campo della Pro Vercelli, del Foggia a Vicenza (3-1 con doppietta di bomber Mazzeo), del Frosinone a Pisa (1-0 con rete di Ciofani su assist di Camillo Ciano) ed infine della Cremonese che vince 1-0 in casa della Virtus Entella.


Foto di Luigi Rega tratta dal sito www.cesenacalcio.it

Ricerca personalizzata