Cesena 1-0 Spezia, le pagelle sprint di Cesena Mio

Pagelle Cesena-Spezia
Invia l'articolo agli amici

PAGELLE – Il Cesena, ora con Fabrizio Castori in panchina, torna alla vittoria superando di misura lo Spezia. Gol partita Schiavone nel primo tempo

In occasione del suo ritorno sulla panchina del Cesena, Fabrizio Castori rivoluziona la squadra e cambia impostazione ed interpreti, con il 4-4-1-1 come modulo iniziale. La consegna è subito chiara: combattere su tutte le palle, primo non prenderle, reparti vicini, pressing a centrocampo e palla lunga per Jallow. Semplice, ma evidentemente, stasera contro uno Spezia deludente, anche efficace visto il risultato finale. Queste le pagelle di Cesena Mio:

AGLIARDI 6+ Dopo pochi secondi viene chiamato alla prima parata del suo campionato e con efficacia risponde presente. Poi è impegnato pochissimo e nelle rare occasioni si dimostra attento e preciso, senza rischiare alcunché. Salva il risultato a metà ripresa con il suo provvidenziale piedone.

PERTICONE 6 Tiene la posizione senza mai avventurarsi in avanti. Efficace in copertura, è però estremamente impreciso quando deve far ripartire l’azione. Si oppone con efficacia al “palla nel mucchio” finale attuato dallo Spezia.

RIGIONE 6,5 La difesa soffre decisamente meno che nell’ultimo periodo ed i centrali se la cavano discretamente, nonostante un paio di errori veniali che però, visti i precedenti, fanno correre qualche brivido lungo la schiena dei tifosi. Nel finale alza anche lui il muro.

ESPOSITO 6,5 Attento e preciso come il compagno di linea, se la cava bene, soprattutto sulle palle alte. Ricorre talvolta al fallo, ma lontano dalla zona troppo pericolosa. Solido, attento ed efficace.

FAZZI 6- Come Perticone, tiene la fascia con diligenza, senza cercare nulla più che il rilancio lungo per la punta o, eventualmente anche per nessuno… Nella ripresa soffre maggiormente la pressione, ma non molla, anche se sul finire di giornata rischia la clamorosa “patacata” che con un arbitro più fiscale poteva costare il pareggio.

KUPISZ 5,5 Rispolverato da Castori, va a coprire la fascia destra, senza però essere costretto ai profondi ripiegamenti del recente passato; ciononostante, non ne beneficia troppo in termini di freschezza e velocità e non incide troppo sul match, nonostante tutta la buona volontà che finalmente ci mette.

DAL 79′ VITA 6 Va a rinforzare gli argini nel finale con buona personalità ed efficacia.

KONE 5 Molto lento e macchinoso (e questo lo sapevamo già), appare ancora a corto di preparazione dopo l’infortunio ed il limitato minutaggio messo finora alle spalle. Oltre ad un vasto campionario di errori, a metà ripresa si divora il gol del possibile 2-0, tirando malamente sul portiere.

SCHIAVONE 6,5 Al 32′ porta in vantaggio i bianconeri raccogliendo la corta respinta della difesa spezzina sugli esiti di un angolo: la sua conclusione dal limite non è irresistibile, ma coglie impreparato il portiere e tanto basta per l’1-0. Per il resto è l’unico ad abbozzare qualche embrione di giocata, ma paga la grande imprecisione e combina poco. Comunque sia, lui rientra, il Cesena vince 1-0 e sul tabellino dei marcatori c’è il suo nome…

DAL 74′ CASCIONE 6 Entra per mettere in pratica quello che gli riesce meglio, “fare legna” in mezzo e rallentare l’azione: ma stasera era proprio tutto quello che serviva ed anche se corre qualche rischio di troppo, “salva la pellaccia”.

DALMONTE 6+ Combatte e si sbatte, ma di palle giocabili gliene arrivano davvero poche, per cui partecipa alla difesa del fortino tenendo salda la linea a quattro e provando di tanto in tanto a ripartire. Un paio di buone iniziative nella ripresa dimostrano che in questa squadra ci può stare bene, anche come esterno di centrocampo. E se Jallow la passasse un po’ di più…

DAL 86′ PANICO sv

LARIBI 5,5 Trequartista, centrocampista aggiunto e all’evenienza anche difensore: serata da jolly per l’italo-tunisino, senz’altro ancora carente rispetto al suo potenziale, ma comunque in buona crescita rispetto alle ultime uscite (solo una settimana fa i 4 nelle pagelle si sprecavano). Non riesce a chiudere la partita al 80′ da sotto misura, seppur un po’ defilato.

JALLOW 6 “Uno contro tutti” potrebbe essere il titolo del film visto stasera dal gambiano. Probabilmente ha sette polmoni perché corre su tutti i palloni, per lo più lunghi o imprecisi, senza rinunciare a puntare l’avversario nelle poche situazioni propizie, contraddistinguendosi però per la tanta confusione che è solito esibire. Nel finale gli spazi si aprono, ma lui non riesce ad approfittarne, litigando troppo spesso con il pallone.

ALL. CASTORI 6,5 Spazio alla difesa a quattro e ad un centrocampo più folto, per provare ad arginare in primo luogo la terribile propensione a subire gol manifestata a più riprese dalla formazione del suo predecessore (9 gol subiti nelle ultime tre partite). Non era lecito attendersi alcunché dal punto di vista del gioco e delle manovra ed infatti ci si affida al rilancio lungo ad all’aggressione delle “seconde palle”, confidando nel difendersi con ordine per strappare un risultato positivo. Per tutto il resto servirà del tempo, intanto inauguriamo le sue pagelle con una sufficienza molto abbondante, più per il risultato e l’impatto che non per quanto visto in campo…


Elaborazione grafica tratta dal sito www.cesenacalcio.it

Ricerca personalizzata
About Stefano Manzi 258 Articles
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Destrosecco. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

6 Commenti

  1. Adesso almeno abbiamo un allenatore che lì può prendere a schiaffi!!!!! È gli spieghi che si può perdere ma bisogna uscire a testa alta!!!

  2. a kone, dimenticavo kone, la sua mancanza si è sentita talmente tanto nel dare sostanza al centrocampo, che non mi arrabbio più come un tempo, piedi a rovescio, fa imprecare come nessuno, ma quando non cè si sente la sua mancanza. il 5 però è strameritato.

  3. sembravamo una squadra di rugby, ma bene cosi, se prima eravamo destinati a retrocessione certa, ora qualche speranza la nutro. è però molto presto e la partita ha girato bene, se per esempio fossimo passati in svantaggio avremmo dovuto sperare nel “gol di confusione” che difficilmente arriva quando ne hai bisogno. venendo ai singoli. fazzi fra un po provoca il secondo rigore da dilettante della stagione, (eguelfi ha dato prova di non essere affidabile, a gennaio urge un terzino)spero che il mister si faccia sentire con lui. kupitz me lo ricordavo forte ma offensivamente non ci mette una nota, speriamo che sbocci perché ne abbiamo bisogno. laribi ha fatto qualche buona giocata e qualche altra meno, almeno è lontano dalla nostra porta e quindi non rappresenta più un pericolo, se deve giocare che giochi li. cascione quanto ci ha messo a prendere un ammonizione delle sue? non capisco come si fa a dire che fa legna e quindi va bene, sempre in ritardo, non ne prende una. se in una delle tante punizione che provoca, lo spezia, quasi mai pericoloso, butta la palla in area e prendiamo goal? gli date ancora 6? inadeguato. tutti gli altri ben oltre la sufficienza, jallow però la deve passare si è mangiato 8 contropiede che erano o potevano diventare letali. schiavone è l unico che fa passaggi decenti, e qualcun altro incomprensibile, ma in questo momento, goal apparte è l unico che ci mette quel poco di fosforo che alla squadra manca totalmente.

I commenti sono bloccati.