Cesena già salvo, ora arbitro della volata promozione

Gol di Ciano in Trapani-Cesena

CAMPIONATO – Per noi, il fatto più importante della 41^ giornata è la matematica salvezza del Cesena, ma il campionato di serie B non è ancora finito…

Nell’istante esatto in cui l’arbitro Aureliano ha decretato la fine di Pro Vercelli-Brescia, il campionato del Cesena è virtualmente finito. Almeno per quanto riguarda il conseguimento del vitale obiettivo stagionale, il mantenimento della categoria, visto che il pareggio 2-2 maturato allo Stadio Piola poneva i bianconeri matematicamente in salvo a 180′ dal termine effettivo del campionato. Eppure, con grande professionalità e correttezza, il Cesena ha onorato fino in fondo l’impegno con i tifosi e con tutte le avversarie della serie B 2016/17, giocando al meglio delle sue possibilità (e vincendo) la sua partita contro il Trapani. Un bel segnale, perché il calcio, quello italiano soprattutto, suggerisce come molto spesso la disperazione sia più forte di qualunque altra motivazione e le ultime giornate restituiscano risultati un po’ “bugiardi” o, se vogliamo, “ampiamente prevedibili”.

Qualche esempio. Senza nulla togliere alla Ternana, probabilmente la squadra più in forma del campionato, sabato scorso la corazzata Spal è parsa piuttosto distratta dalle radioline in panchina che riportavano ottime notizie a prescindere da quanto stesse accadendo al Liberati. Allo stesso modo il Bari milionario, di fatto già in vacanza e probabilmente frastornato dal G7 in corso, ha perso in casa contro un Ascoli ben più determinato e cattivo. Che poi il pareggio tra Pro Vercelli e Brescia avesse quote ridicole al betting ed effettivamente si sia realizzato è probabilmente solo una coincidenza… Vedremo cosa succederà negli ultimi 90′, con sfide sulla carta appassionanti, visto che mancano ancora alcuni verdetti prima di chiudere la regular season: l’augurio è che tutte le formazioni seguano l’esempio del Cesena e si giochino fino in fondo la loro partita, rimandando i calcoli a dopo il triplice fischio.

Per quanto riguarda la promozione in serie A, la Spal ha già staccato il primo biglietto, mentre Hellas Verona e Frosinone sono in competizione per il secondo: al Verona basterebbe un pareggio (2-0 e 0-1 negli scontri diretti), ma sarà di scena proprio al Dino Manuzzi contro un Cesena che ha dimostrato di non voler regalare nulla a nessuno, mentre il Frosinone ospita la Pro Vercelli già salva (anche in caso di arrivo a 49 punti avrebbe infatti la miglior classifica avulsa). Ecco che quindi un altro successo dei bianconeri risulterebbe decisivo nella volata promozione. Con i ciociari presumibilmente a 74 punti, ci sarà la disputa dei playoff promozione (differenza tra terza e quarta non superiore a 9 punti) se almeno una tra Cittadella (a Chiavari), Perugia (al Curi contro la Salernitana) o Benevento (a Pisa) vincerà e manterrà quindi l’attuale distacco dai frusinati. Inoltre, se il Frosinone vincerà, allora servirà almeno un punto al Carpi (in casa contro il Novara) ed una vittoria allo Spezia (a Vicenza) per restare nel “perimetro playoff“, ovvero i 14 punti di distacco dalla terza classificata.

In coda, sono già retrocesse da qualche tempo Latina e Pisa (quest’ultima con la miglior difesa del campionato, segno che in serie B non basta “non prenderle” per raggiungere gli obiettivi), ma non per questo hanno rinunciato ad onorare l’impegno, imponendo pareggi pesanti a Perugia e Spezia. Sabato si è poi virtualmente aggiunto anche il Vicenza (1-0 e 0-1 con il Trapani, ma decisamente in svantaggio nella differenza reti) cui non è servito un doppio cambio di allenatore, da Lerda a Bisoli e da questo a Torrente, per salvarsi nonostante una rosa che sulla carta apparisse ampiamente attrezzata per mantenere la categoria. L’ultimo “biglietto per l’inferno” verrà probabilmente assegnato con la doppia sfida playout, visto che l’unica possibilità per evitarla sarebbe un distacco di 5 punti tra la 18^ e la 19^ che retrocederebbe direttamente: situazione che si verificherà solo se il Trapani dovesse perdere a Brescia e contemporaneamente vincessero Ternana (ad Ascoli) ed Avellino (in casa con il Latina). Sono ancora tante le ipotesi possibili, ma gran parte di queste vedono proprio i siciliani di Calori protagonisti dello spareggio salvezza, mentre l’avversaria più probabile sarebbe lo stesso Brescia in un curioso replay appena 5 giorni dopo il precedente, oppure la Ternana che per evitare il giro di giostra dovrebbe vincere ad Ascoli inguaiando i marchigiani, sempre che l’Avellino batta il Latina…


Immagine tratta dal sito www.legab.it

Condividi
Ricerca personalizzata
About Stefano Manzi 210 Articles
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Destrosecco. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.