AC Cesena, la salma non c’è e tutti si azzuffano…

Cesena Calcio 1976 1977
Invia l'articolo agli amici

OPINIONI DI UN DIVANO – Ci dovremmo vergognare: non si abbandonano i lettori in un momento così. Ma siamo esseri umani e vi diciamo due cose…

No, non ho ancora elaborato il lutto. La salma non c’è, ma io sono vestito di nero, il bianco se ne è andato da qualche parte, non so dove. Sono fermo al no dell’Agenzia delle Entrate, al primo, poi è arrivato il secondo ed il terzo, adesso stiamo aspettando il quarto. Nel prospettino acquisti / cessioni della campagna delle vacche pallonare il Cesena ha una casella bianca. Il Cacciator Cortese (si fa per dire) ha ormai finito di inimicarsi il mondo ed è alla ricerca affannosa di qualcuno che ancora non ce l’abbia con lui. Le cordate si vaporizzano quasi ancora prima di essersi materializzate. Il debito oscilla fra i 20 e i 70mila fantastiliardi di milioni di Euro, che il bilancio Campedelli al confronto era come quello della Svizzera.

Il campo da rizollare sarà pronto forse in primavera, forse no, forse nel 2019, forse non impazziscono neanche a farlo. Qualcuno dice che stanno portando via le sedie, pare che abbiano richiesto i riflettori, il Sindaco vuole andare in D a tutti i costi, il popolo è col Sindaco, la Lega contatta gli inglesi (Dio stramaledica gli inglesi), il Romagna Centro non si vuole fondere, l’assessore fa il furbo, Castori se ne va e si scopre che non aveva firmato neanche il rinnovo. Foschi dice che Palermo è la sua città e Cesena anche. Lui, Laribi, Schiavone, tutti sono stati così bene a Cesena che la ricorderanno sempre nelle loro preghiere…

Poi un gentile lettore, Francesco ci scrive : “Vi chiedo scusa in anticipo, con tutto quello che sta succedendo non si può rimanere fermi al 5 luglio. Lo dico per la stima che ho di questa pagina“. Allora, mi sono svegliato dal lungo torpore, sono uscito dal sarcofago e mi sono messo qui alla tastiera: ho scritto senza interrompermi questo piccolo pezzo. Non per giustificare, non per dare notizie, non per raccontarvi un altro po’ di balle… Solo per chiedervi scusa, amici, a nome mio e di tutti quelli di Cesena Mio. E’ il minimo che si possa fare.

Ma, credetemi, non si è fatto apposta. Siamo solo attoniti spettatori di uno psicodramma inverosimile, come voi.


Immagine di copertina: AC Cesena 1976/77 tratta dal sito it.wikipedia.org

20 Comments on “AC Cesena, la salma non c’è e tutti si azzuffano…”

  1. Il pifferaio ha guidato la strada, ma nel burrone non c’è finito e non vi finirà mai, ne’ lui ne’ la sua Corte. Nel burrone, o nel cesso, ha buttato 78 anni di storia passione e anche sofferenza, ma comunque 78 anni di vita bianconera. Ora tocca a noi, alla gente di cui lui si ricordava solo x la campagna abbonamenti, ricostruire, accompagnare, stimolare, questa ricostruzione, cercando di non far morire questa passione da tutti calpestata.
    Non cerchiamo colpevoli, non è il ns compito, ci sono autorità a questo preposte, ma il timore che gli unici a pagare in qualche modo saremo ancora solo noi è forte….

  2. Eccomi, sono il Francesco dell articolo: grazie della reazione, siamo del resto messi tutti più o meno così, inebetiti da quello che sta succedendo… È successo a tante altre società, noi forse sghignazzavamo anche un po’, adesso tocca a noi. Sono impopolare e dico che sinceramente non credo nella malafede di Lugaresi, credo nella sua incapacità nel gestire una situazione sempre più grande, credo nel suo non sapere comunicare, in questo si.. Credo quindi che in ogni caso sia arrivato il momento di farsi da parte, del resto lo ha ammesso anche lui. Non sto dalla sua parte, dunque, ma neanche da quella di chi canta “Lugaresi Vaffanculo” ancora da quando c era Edmeo, di chi scrive “meglio l eccellenza di questa dirigenza” ancora da quando facevamo la serie A, e non per una particolare capacità di vedere il futuro, ma solo per un partito preso che non ha fatto altro che creare una frattura, insanabile, gente che augura esplicitamente la morte, siamo arrivati a questo… Che a Cesena ci sono dei pifferai bravi a farsi seguire, ma alla fine della strada c è il burrone per tutti.

  3. Valentino Menghi non so chi si presenterà x rilevare il titolo ma suppongo che se lo fa avrà un progetto industriale. Poi che le squadre sono già tutte in ritiro e già fatte non corrisponde al vero . Alcune devono ancora partire e il mercato è praticamente fermo forse anche in attesa che si sappia quali sono le squadre che parteciperanno alla Serie B, alla serie c etccc

  4. E quelli,ammesso e non concesso che venga costituita la società, per fare una squadra? Dici che ci sono? Gli altri,dalla serie A alla terza categoria,sono già in ritiro…

  5. Da profano della materia chiedo un riscontro a chi ne sa più di me, ma 700.000 euro per fare il manto erboso non sono troppi, per fare un normalissimo campo in erba naturale quanto ci vuole?

  6. La salma c’è e la stanno calpestando. Abbiamo poche speranze è anche tardi per imbastire una squadra decente in serie D.Molte squadre sono già formate e partono per il ritiro noi nn sappiamo ancora dove sistemare la nostra salma.Soffriremo e aspetteremo anche se nn è facile.

  7. Non c’era necessità di nessun bando . Dal momento che la federazione toglierà il titolo a questa società, darà mandato al sindaco di trovare una soluzione. Solo in quel momento se ci fosse qualcuno veramente interessato si farebbe vivo. I tempi x costituire una società e iscriversi ci sono tutti e sono dati dalla lega . Nel frattempo il sindaco potrebbe già iniziare i lavori adesso guadagnando tempo . Oppure aspetta che le spese se le debba prendere il nuovo gestore ? Stadio comunale , europei voluti dal sindaco e chi lo gestisce deve pagare i lavori ?

  8. Quando la barca affonda si salvi chi puo’ vi ricordate le parole di Foschi quando disse che aiutare il Cesena era un dovere oggi Palermo e la sua citta’ anche se è di Cesena hanno munto la vacca da latte a più non posso ora ciao

Comments are closed.