Cesena 3-3 Salernitana, le pagelle di Cesena Mio

pagelle-cesena-salernitana
Invia l'articolo agli amici

PAGELLE – Due gol di vantaggio (2-0 prima, 3-1 poi) ed un uomo in più non bastano al Cesena, che si fa rimontare in casa dalla Salernitana e pareggia ancora

Il Cesena scende in campo con il piglio giusto, determinata a vincere la partita, ma il finale è ancora una volta amarissimo. Ben presto in vantaggio di due gol (Kupisz e Kone), i bianconeri subiscono il gol dell’ex Rodriguez nel primo tempo, poi illudono con il 3-1 (autogol di Pucino su iniziativa di Laribi) nella ripresa, ma infine crollano proprio quando la Salernitana resta in dieci per l’espulsione di Gatto. Il 3-3 finale è una beffa clamorosa per i romagnoli, ma di certo gli ospiti non hanno rubato nulla, beneficiando di un atteggiamento troppo rinunciatario del Cesena che, imperterrito, continua a commettere troppi errori in fase difensiva. Queste le pagelle di Cesena Mio:

AGLIARDI 6 Difficile per un portiere risultare sufficiente quando subisce tre gol, tuttavia Chicco non ha particolari colpe, anzi, sulle prime due segnature aveva evitato di capitolare con altrettanti miracoli, sui quali però non ha trovato l’aiuto dei compagni. Una parata sicura nel primo tempo su Ricci ed un’altra su Minala, poi un’ottima chiusura su Gatto nella ripresa, che tra l’altro comporta l’espulsione dell’esterno della Salernitana visto che allunga pericolosamente il piede su di lui. Poi, come il Mar Rosso di Mosé, la barriera si apre e ed il Cesena butta due punti.

PERTICONE 5,5 Il meno negativo in una difesa che tra…balla continuamente. Commette un fallo un po’ troppo ingenuo al limite dell’area che costa la punizione sulla quale gli ospiti pareggiano. In precedenza, benino sulla destra, dove trova un discreto contributo di Kupisz, ma non è decisivo quando si accentra per aiutare i due centrali sulle palle alte.

ESPOSITO 4,5 Si perde Bocalon sul cross di Gatto e Rodriguez accorcia, poi scivola e Bocalon segna. Due suoi clamorosi errori e due volte la Salernitana riapre la partita. Peggio di così…

SCOGNAMIGLIO 5 Rivedibile, come i compagni di reparto, sui palloni in area. Commette un grave errore quando si fa saltare da Rossi in area e solo il clamoroso flop di Bocalon a porta vuota impedisce alla Salernitana di andare sul 2-2 al quarto d’ora della ripresa. Incerto ed impacciato, affonda come tutta la difesa.

FAZZI 6 Soffre le pene dell’inferno contro Gatto, almeno finché l’esterno resta in campo. Tuttavia, è un po’ più propositivo del solito in fase offensiva e non commette svarioni clamorosi: dalla sua il bellissimo cross sul quale il Cesena passa in vantaggio dopo 140″.

KUPISZ 6 Stupendo taglio da destra verso il centro ed incornata perfetta ed elegante: è il primo gol in bianconero per il polacco che sembra in ripresa, visto che tiene la posizione ed aiuta Perticone coi suoi ripiegamenti difensivi. Nel primo tempo perde una brutta palla che Minala spara verso Agliardi. Sparisce nella ripresa, ma dalla sua parte non si soffre più di tanto.

DAL 86′ VITA sv

SCHIAVONE 5,5 Si limita a contenere e non costruisce nemmeno un’azione, circostanza strana per un giocatore che dovrebbe essere il regista della squadra. Per correre, corre, aiuta la squadra, ma non incide affatto sulla partita.

DAL 74′ CASCIONE 5,5 Entra per dar manforte al centrocampo e provare a tenere qualche pallone che possa allentare la pressione della Salernitana: ci riesce, ma solo in parte e, nonostante un buon vigore, nulla può quando gli ospiti (in dieci) crescono ed il Cesena lascia il campo troppo in anticipo, lui compreso che infatti non chiude e costringe Perticone al fallo che costa il pareggio.

KONE 6,5 Un gran gol, tanti palloni estirpati dai piedi degli avversari, ma la solita pochezza qualitativa che ne mina il rendimento. Tuttavia, generosità e corsa di Moussa tengono in partita il Cesena, almeno fino al patatrack finale. Forse ingolosito, riprova il gran gol nel finale, ma una deviazione della difesa gli concede solo il calcio d’angolo.

DALMONTE 6 Rifiata dopo aver tenuto su la baracca ad ottobre. Una partita “normale” per chi finora era stato “super”. Nessuno spunto da segnalare, tanto sacrificio per coprire la fascia assieme a Fazzi dove Gatto è cliente molto scomodo: troppo spesso la nostra catena di sinistra è quella che concede ripartenze ed occasioni agli avversari. Lui prova a mettere qualità al servizio dell’attacco, ma purtroppo oggi non brilla.

DAL 79′ PANICO 6 Entra quando la frittata è già stata fatta ed il 3-3 ha già beffato il Cesena. Corre, pressa, contrasta, sbaglia anche una paio di palloni, ma quello che è successo prima ha già tagliato le gambe alla squadra e lui certamente non può resuscitare i morti.

LARIBI 6,5 Dispiace un po’ dirlo, ma è l’unico giocatore di qualità di questa squadra. E, per di più, corre e contrasta anche. Difficile chiedere di più. Costringe Pucino all’autogol del 3-1 con una percussione e doppio dribbling da sinistra che dimostra le sue qualità. Solo che a tratti sembra predicare nel deserto: il solo Karim non basta per vincere le partite…

JALLOW 5,5 Genio e sregolatezza. Croce e delizia. Forse caos organizzato. A tratti è incontenibile e fa a fette le difese, compresa quella della Salernitana oggi. Ma poi si perde, sbaglia l’ultimo passaggio, si intestardisce sull’ultimo dribbling, incespica sulla palla… Oggi non segna, ma crea pericoli e tiene impegnati due uomini, poi però non conserva una palla che sia una nel finale, quando invece servirebbe rallentare anziché accellerare o puntare l’uomo.

ALL. CASTORI 5 Il mister ha rigenerato una squadra già morta e sepolta e l’ha portata al settimo risultato utile consecutivo, ma per la seconda volta non riesce a vincere una partita nella quale conduceva di due gol. Stavolta poi in casa e contro un avversario ridotto in dieci uomini… Quando si è in superiorità numerica ed in vantaggio, si dice che la strategia migliore sia tenere palla, far salire la squadra, allargare il gioco e far di tutto per non rinchiudersi dentro la propria area… Atteggiamento positivo all’inizio, ma estremamente negativo nel finale. Ed una difesa che proprio non può andare avanti così (8 gol subiti nelle ultime 3 partite casalinghe) !


Elaborazione grafica tratta dal sito www.cesenacalcio.it

Ricerca personalizzata
About Stefano Manzi 267 Articles

Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Destrosecco. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all’amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

24 Commenti

  1. Si , avrebbe anche molte possibilità di andare al tiro (con esiti probabilmente assai migliori di Laribi).
    Poi scusate Kone 6,5 mi pare un po’ poco. Quando gioca gioca sto ragazzo. Pochezza qualitativa, mica tanto (se fosse un tantino meno lento). Se poi è paragonato a Di noia, diventa un giocatore di classe.

  2. si “il laribi” lo potrebbe fare, non potrebbe fare “lo jallow”, ma il laribi si

  3. Caro Max,lo so che non si può paragonare Ciano a Jallow, la mia era una provocazione per voi che stravedete per lui.
    Invece ti colgo in contropiede, perché secondo me in questo modulo di castori Ciano nel ruolo che è di Laribi non lo vedrei male,..
    Anzi

  4. Certo stefano (manzi), i miei 4 erano voti d ‘irritazione, ma concordo che fare le pagelle è un altra cosa e bisogna tenere conto di altro, io sto in curva di sotto, e magari non ho visto bene, ma mi pare che panico abbia avuto una palla importante ma invece di tirare ha fatto il centesimo dribbling non riuscito della sua avventura cesenate, francamente mi pare un giocatore inutile e mai ( e poi mai, e poi mai) decisivo e ormai la misura è colma. Su jallow non dimenticherei che è partito alla 4 giornata invece che alla prima per il suo comportamento, e finora visto l atteggiamento plateale è un miracolo se non ha saltato almeno altre 3 partite, io se qualche provvedimento lo prenderei. Stefano (non manzi), non si puo paragonare jallow a ciano, sono d accordo che in questa squadra e con questo modulo ciano sarebbe inutile, ma le caratteristiche sono troppo diverse, a ciano manca solo l agilità e in parte anche la corsa (che serve con questo modo di giocare), a jallow manca (oppure ha in misura molto minore) tutto il resto che ciano ha.

  5. Che.Jallow sia caratterialmente un personaggio particolare lo si è capito. Ma come.giocatore non si discute, in questo assurdo modulo regge l attacco tutto da.solo…vorrei vedere il vostro fenomeno Ciano cosa sarebbe capace di fare al posto sui.
    Esposito ha fatto un errore, è poi scivolato ma può capitare a chiunque, nella insieme ha fatto una buona partita, mentre Fazzi di errori ne ha fatti non so quanti e la salernitano na su quella.fascia faceva quello che voleva.

  6. Il voto più giusto per Panico sarebbe stato il sv. E’ entrato a giochi fatti, con la squadra in ginocchio e demoralizzata. Difficile dare un giudizio sulla partita (quello che deve fare una pagella). Per il giudizio complessivo su di lui aspetto invece la fine della stagione (o al massimo il girone di andata per fare la pagella di metà cammino). Personalmente Schiavone non mi è piaciuto, ma non ho difficoltà ad accettare e comprendere giudizi diversi. Idem per Cascione che non è stato sufficiente, ma prendere un 4 per un quarto d’ora è un filino troppo. Chiudo con Jallow, uno di quelli che sa farti inc…. come pochi: alterna buone cose con patacate clamorose, tipo quella che (giustamente) descrivi tu… E’ però vero che quando parte palla al piede mette appensione alla difesa. Poi spesso si perde… Mi sembra che la pagella sia onesta, al netto di un comportamento che confermo indisponente.

  7. Nei due episodi descritti, quelli che hanno portato ai primi due gol della Salernitana, il protagonista in negativo è Esposito che nel primo caso perde l’uomo (Bocalon) e nel secondo caso scivola malamente. Concordo sul fatto che Bollini sia un buon allenatore.

  8. oggi non sono d accordo con alcune pagelle, schiavone per esempio mi è parso il migliore in campo,gli avrei dato quasi 7, cascione apparte i soliti falli cosa avrebbe fatto di buono? basta buonismi 4!Jallow per disciplina 4 anche a lui, possibile che un calciatore professionista interrompe una nostra azione pericolosa per andare a protestare con l arbitro? e per tutta la partita non ha mai rincorso nessuno, solo proteste plateali continue, va multato poche pippe. infine per la serie basta buonismo Giuseppe panico: da quando è a cesena 187 dribling tentati, riusciti…mi dite voi quanti? lo dico io Zero, non ha mai saltato l uomo, cambiare mestiere no? 4!

  9. Avete confuso Esposito (buona partita la sua) con Fazzi…se non si infortuna leggermente anche lui come DiNoia siamo fregati perché castori non solo lo fa giocare ma non lo leva neanche un minuto…. Me pare una follia.
    In futuro spero un giorno di vedere bollini sulla panchina del cesena.

  10. Questi mancano di concentrazione non è la prima volta che avanti di 2goal poi si fanno raggiungere e oggi addirittura la squadra ospite è stata in 10 per parecchi minuti

  11. Fazzi sei?!? Ma lo vedete che non riesce a battere una rimessa laterale addosso ad un compagno? Non riesce a fare un passaggio decente nemmeno con le mani

  12. Per la profondità del ragionamento e la spontaneità del sentimento, si candida a miglior commento dell’anno.
    (Purtroppo)

  13. A so adse incaze’ ca i ho fini al madoni e ai no invente’ un bel po’ dal novi incua …cum as fal a perd si punt in tre partidi !!!!… as putral mai ande’ al inferan par guarde’ a zughi e cisena? Boja de vigliak a so incaze’ nir.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*