Cesena 1-1 Bari, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Cesena Bari
Invia l'articolo agli amici

PAGELLE – Si conclude in parità la sfida del Dino Manuzzi: Cesena in vantaggio con Laribi al 13′, poi la sfortunata autorete di Suagher al 50′ consegna il pareggio al Bari

Un pareggio sostanzialmente giusto tra Bari e Cesena che, viste le rispettive classifiche, alla fine possono ritenersi soddisfatte del punto. I bianconeri partono con il solito 4-4-1-1 con il quale  coprono ferocemente gli spazi e riescono talvolta a ripartire con pericolosità e ben presto si ritrovano in vantaggio grazie al gol di Laribi. Ma i biancorossi non stanno certo a guardare e confezionano diverse occasioni da gol nei minuti successivi, senza trovare l’acuto vincente. Il copione si ripete nel secondo tempo, anch’esso equilibrato, ma deciso da un clamoroso autogol di Suagher al debutto in maglia bianconera. La partita si conclude con attacchi pericolosi da una parte e dall’altra ed il Bari sfiora la vittoria con la traversa di Cissé al 88′, ma per il Cesena sarebbe stata una immeritata punizione. Queste le pagelle di Cesena Mio:

FULIGNATI 6,5 Pregevole intervento 7′ sulla conclusione angolatissima di Galano. Poi però si lascia sorprendere su due pericolosissimi fendenti di Sabelli che attraversano tutta l’area piccola, per sua fortuna senza che gli attaccanti baresi riescano ad intervenire. Nel secondo tempo si ripete su Galano al 61′ e rimane in controllo per il resto del match, limitandosi ad osservare la conclusione di Cissé che si spegne sulla traversa.

DONKOR 6 Spiritato, corre come un forsennato per 90′ coprendo molto bene la fascia di competenza. Protesta meno del solito e stasera pensa più a giocare che a discutere con arbitro ed avversari ed alla fine compie il suo dovere, senza demeritare e dimostrando di poter conservare una maglia da titolare.

SCOGNAMIGLIO 6 Sempre sicuro e ben piazzato, trasmette sicurezza a tutto il reparto difensivo. Peccato solo che in apertura di secondo tempo il suo liscio di testa favorisca il clamoroso autogol di Suagher, rovinando parzialmente una pagella altrimenti migliore.

SUAGHER 5,5 All’esordio in maglia bianconera, si rende colpevole di un clamoroso autogol, decisivo per il risultato. Per il resto, mostra senso della posizione e, di fatto, annulla il panzer Kozak sul quale salva provvidenzialmente al 87′.

PERTICONE 6 Copre bene la fascia sinistra, uscendo alto e cercando con regolarità l’anticipo su un cliente difficilissimo come Anderson. Bellissimo il suo anticipo ed immediato lancio per Jallow al 33′ che meritava miglior fortuna. Tiene molto bene fisicamente e finisce la partita in crescendo.

KUPISZ 6,5 Parte forte con frequenti inserimenti ed un bel tiro da fuori. Si procura un’altra bella occasione al 55′, parata con difficoltà dal portiere avversario. Peccato solo che sui  contrasti finisca sempre per terra…

DAL 87 CACIA sv

DI NOIA 6,5 Al rientro, gioca una partita di grande sostanza in coppia con Schiavone, formando una mediana che regge efficacemente l’urto del centrocampo barese.

SCHIAVONE 7 Sradica dai piedi dei dirimpettai numerosi palloni, compreso quello da cui nasce il gol di Laribi. Corre per quattro e quando Castori lo toglie al 83′ lui ha dato tutto quello che aveva in corpo.

DAL 83′ EMMANUELLO sv

DALMONTE 5,5 Copre bene l’out sinistro e riparte con una certa frequenza. Bellissimo il suo recupero e successivo slalom al 9′ del primo tempo, che però non sortisce effetti, così come il crossi per Kupisz sul finire di tempo. Commette però troppi errori ed in un paio di occasioni sbaglia tutto, negando a Jallow un paio di contropiedi potenzialmente letali per il Bari. Cala vistosamente nella ripresa ed è il primo a lasciare il campo.

DAL 67′ VITA 6 Da manforte al centrocampo e conquista qualche buon pallone. Serve un pallone delizioso a Jallow che avrebbe potuto riportare in vantaggio il Cesena nel finale.

LARIBI 7 Altra bella prestazione dell’italo-tunisino: abbina qualità e quantità, oltre ad infilare il preziosissimo quinto gol stagionale. E’ sempre più il giocatore fondamentale di questo Cesena.

JALLOW 6,5 Tiene in apprensione la difesa del Bari per tutto il match, non sempre però con sufficiente lucidità. Tuttavia, offre a Laribi l’assist per il goal e si esibisce in una serie di slalom ubriacanti che costano ammonizioni ai difensori avversari. Un paio di conclusioni del tutto sballate, ma anche un colpo di testa assai pericoloso su iniziativa di Vita, con la palla che finisce fuori di un soffio.

ALL. CASTORI 6,5 Prepara bene la partita, mettendo in campo il solito Cesena coperto ed aggressivo, ma non rinunciatario come in altre occasioni. Lascia fuori Cacia e conferma l’ormai collaudato 4-4-1-1, scelta che consente al centrocampo di andare solo raramente in sofferenza. Presenta ai nastri partenza una squadra in salute, tonica e pimpante che corre tantissimo: peccato per l’errore di Suagher che regala il pareggio al Bari, perché la vittoria sembrava raggiungibile.


Elaborazione grafica tratta dal sito www.cesenacalcio.it

10 Comments on “Cesena 1-1 Bari, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Se si infortuna, come alla fine del campionato scorso, ci salviamo.
    Quello che sradicava i palloni a centrocampo era Kone era De Feudis lui invece si nasconde dal centro dell’azione.

  2. Solo nel primo tempo Schiavone ha recuperato sei (leggi sei!!!) palloni, di cui quello importantissimo strappato dai piedi di Basha che ci ha fatto segnare il primo gol.
    Il gioco che Castori gli chiede e’ fatto di lavoro oscuro, corsa, e copertura degli spazi e questo lui lo fa benissimo.
    Un giocatore si giudica da quello che fa per la squadra e non da quanti palloni tocca.

  3. Concordo quasi su tutto escluso il 7 a Schiavone. Ha toccato la palla 2 volte. Per me vale 2.
    Il centrocampista che ci fa giocare con un uomo in meno.

  4. Finalmente una lettura della partita e una pagella in linea con quello che si è visto davvero e cioè un pari giusto dove il Cesena ha fatto il massimo contro una squadra sulla carta molto più forte, subendo un gol per sbaglio. Forza Cesena!

Comments are closed.