Come può cambiare il Cesena con l’arrivo di Chiricò

Cosimo Chiricò - Cesena
Invia l'articolo agli amici

LO SPUNTO – Il Cesena ha messo sotto contratto il classe ’91 Cosimo Chiricò, in arrivo dal Foggia: ecco come potrebbe ora cambiare il gioco dei bianconeri

Ieri pomeriggio, come un fulmine a ciel sereno, è stato depositato in Lega il contratto che legherà Cosimo Chiricò al Cesena Calcio fino al 30 giugno 2018 (leggi Nice to meet to you, Cosimo Chiricò! ) . L’esterno nativo di Mesagne ha già condotto il primo allenamento con i compagni questa mattina a Villa Silvia, pertanto sarà regolarmente arruolabile per la difficile trasferta di Avellino di sabato pomeriggio. In che modo il Cesena potrà cambiare il proprio modo di giocare per far inserire al meglio il nuovo numero 9 bianconero? Potrà essere un innesto per poter raggiungere la salvezza con tranquillità o si tratta di un giocatore acquistato solo per rimpiazzare la partenza di Panico?

Prima di tutto facciamo chiarezza sulla posizione in campo di Chiricò: in questa prima parte di stagione al Foggia (4 gol e 1 assist per lui) il folletto pugliese ha quasi sempre ricoperto il ruolo di ala destra nel 4-3-3 di mister Stroppa e in sole due occasioni è stato schierato come “falso nueve“. Si tratta di un giocatore brevilineo dotato di un fulminante dribbling, qualità difficilmente riscontrabile nella rosa bianconera. Chiricò è dotato di un mancino piuttosto pericoloso, motivo per cui solitamente gioca a destra per potersi accentrare e concludere dalla distanza col suo piede preferito. I gol segnati in questo primo scorcio di stagione mettono in luce tutte le qualità del nuovo numero 9 del Cesena: velocità, dribbling e conclusioni mortifere, che già da questa mattina i giocatori del Cavalluccio hanno potuto ammirare.

Nello schieramento tattico di mister Castori si potrebbe ipotizzare un suo impiego sulla fascia destra al posto di Kupisz o di Vita: nel 4-4-1-1 giocherebbe infatti sull’out di destra con Dalmonte dalla parte opposta, così come nel 4-4-2 visto domenica sera contro la Ternana, dove occuperebbe la fascia destra sebbene più sacrificato per la fase di copertura. Il modulo ideale per Chiricò  rimane probabilmente il 4-3-3, che il Cesena potrebbe sfoggiare sistemando al centro dell’attacco uno tra Jallow, Moncini e Cacia, anche se questa soluzione appare piuttosto difficile da poter vedere.  In ogni caso l’acquisto di Chiricò rappresenta una soluzione offensiva molto importante per Castori, che potrà così affidarsi ad un elemento estroso e di qualità in grado di spaccare la partita con una giocata.


Immagine tratta dal sito leccezionale.it

10 Comments on “Come può cambiare il Cesena con l’arrivo di Chiricò”

  1. Simone Underd Bardi quello è vero, vediamo adesso come rientra Eguelfi (che con Camplone non mi è sembrato propriamente un fenomeno) consapevoli comunque che gli slot di terzini sono colpevolmente vuoti o quasi.

  2. Non avendo terzini propriamente di ruolo, se l’esterno non rientra rischiamo di lasciare troppi spazi liberi agli avversari. Comunque sono curioso di vederlo, magari Castori gli fa cambiare atteggiamento a mozzichi

  3. È uno di quei talenti di cui a mio parere avevamo un disperato bisogno. Un’alternativa alla piattezza di quelle gare in cui Laribi e Jallow non riescono a sbloccarla ????

  4. Dicono sia innamorato del pallone e non rientra a difendere manco a pagarlo…speriamo bene, nella sua scarsità Kupisz almeno si sbatte di continuo su e giù

  5. Mi fa molto piacere vedere quanto la dirigenza curi la squadra pur non avendo “un franco da sbattere nell’altro”!!!!! E mi fa piacere vedere che si sta tentando comunque di variare modulo e giocatori in campo in vista di battaglie, che a giudicare da queste mosse, saranno aspre e sempre più feroci. Perciò ben vengano tutti questi tentativi di sostenere la nostra causa. Forza Cesena!

Comments are closed.