Cesena, non ci sono più alternative: “do-or-die”

Allenamento Cesena 9 gennaio 2017
Invia l'articolo agli amici

OPERAZIONE IANUS – Domenica, la partita contro la Virtus Entella segnerà in maniera decisiva la disgraziata stagione del Cesena, in un modo o nell’altro….

La resa dei conti. L’ultima spiaggia. Ora o mai più. Utilizzate la “frase fatta” che più vi aggrada per etichettare il drammatico spareggio salvezza tra Cesena e Virtus Entella. Domenica sera, appena finita la partita del Dino Manuzzi (calcio d’inizio ore 17:30), sapremo infatti se il Cesena sarà ancora in corsa per una comunque difficilissima salvezza, oppure se la retrocessione in Lega Pro sarà l’unico epilogo possibile di una stagione disgraziata, mal progettata, mal gestita e, inevitabilmente, anche mal finita.

La sconfitta per 1-0 rimediata nel finale a Novara, unita ad una serie di altre 4 partite senza vittorie, pesa come un macigno sulle speranze dei bianconeri, ma è il calendario a preoccupare ancor di più, visto che nelle partite che mancheranno dopo quella contro l’Entella bisognerà affrontare, tra le altre, le prime quattro della classifica, Empoli, Frosinone, Palermo e Parma. E, realisticamente, il Cesena visto nell’ultimo mese ha ben poche speranze di impensierire le “corazzate” del campionato: è per questo che una mancata vittoria contro i liguri risuonerebbe cupamente come una marcia funebre…

Come se non bastasse, a peggiorare ulteriormente l’umore della piazza cesenate arriva la notizia di tre infortuni che priveranno mister Castori di Esposito, Jallow e Cacia, giocatori che ultimamente non stanno certo brillando, ma il cui apporto è stato fondamentale in alcuni sprazzi della stagione. Infortuni muscolari per i primi due, una frattura al piede per il terzo che così, forse, dovrà dire addio al sogno di raggiungere in questa stagione il record di reti in serie B di Stefan Schwoch, distante un solo gol. Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, questa circostanza costringerà l’allenatore a schierare dal 1′ Moncini, un ragazzo che scalpita e che ha sempre fatto il suo dovere quando chiamato in causa, ma che oggettivamente ha dato il meglio di sé quando è subentrato dalla panchina.

A proposito di formazione, moltissimi tifosi non hanno ancora digerito il modo in cui è maturata la sconfitta in terra piemontese. La mentalità propositiva e la voglia di vincere di Mimmo Di Carlo, allenatore del Novara, ha determinato l’ingresso in campo di una punta (Maniero) al posto di un trequartista (Sciaudone), sostituzione oltremodo decisiva, dimostrando ancora una volta che audentes fortuna iuvat, mentre il “timido” Castori ha risposto con Fedele al posto di Schiavone, un mediano di rottura per un regista-mediano, rimandando l’ingresso dei giocatori più offensivi (Cacia e Chiricò) al minuto 83, quando ormai i giochi erano fatti.

Ed è proprio questo che si chiede al mister alla vigilia di un match do-or-die (letteralmente dall’inglese, farcela o morire) come quello di domenica pomeriggio: un atteggiamento meno timoroso ed una formazione che già leggendola sul tabellone luminoso del Manuzzi lasci intendere la ferma intenzione di vincere, con gli eventuali cambi in corsa coerenti con questa testarda determinazione. Caro Cesena, caro Castori, stavolta non c’è più appello, non c’è più alcuna alternativa, vincere o morire !


Foto di Luigi Rega tratta dal sito www.cesenacalcio.it

3 Comments on “Cesena, non ci sono più alternative: “do-or-die””

  1. 46 punti potrebbero bastare per i playout, ma questo terrorizzato Cesena che vince in trasferta è ipotesi piuttosto remota, purtroppo.

  2. quota 50 dista 16 punti, mancano le 4 partite sopracitate più il pescara in trasferta storicamente imbattuto e che ha appena preso un esperto di salvezze come pillon, ricapitolando mancano 9 partite di cui 5 proibitive, ne rimangono 4 da vincere assolutamente (anche quelle in trasferta) che però fanno 12 punti, gli altri 4 saranno da prendere contro le grandi. La sensazione è che le ultime spiagge sono gia passate da un pezzo, quando abbiamo incontrato squadre alla portata.

Comments are closed.