Bravo Cesena, ma manca ancora qualcosina (Eresie ep. 20)

Cesena-Siena
Condividi questo articolo

ERESIE BIANCONERE – Il Cesena sta facendo cose straordinarie, peccato  però che sia un campionato “anomalo”, con due squadre imbattibili

Il Cesena vince con il Siena e chiude il girone di andata con ben 39 punti (vedi SerieC #19 – Vincono ancora le tre big). L’andatura della squadra romagnola in un campionato “normale” consentirebbe di sognare la promozione diretta, purtroppo però questo campionato è caratterizzato da due formazioni che, per continuità, paiono di un altro pianeta…

La partita è stata molto ben giocata dalla squadra di mister Viali, che ha controllato il gioco per tutti i 90 minuti, lasciando al Siena solo le briciole e qualche mischia nel finale, quando la squadra toscana ha iniziato a buttare palloni in avanti nella speranza di un episodio fortunato. Episodio che, se fosse arrivato, sarebbe stato oltremodo beffardo per la compagine romagnola, che ha avuto l’unico demerito proprio nel mettersi in condizione di subire una beffa nel finale: la mole di gioco dei bianconeri avrebbe infatti dovuto essere concretizzata meglio per consentire alla squadra (e a noi tifosi) di vivere gli ultimi minuti in maniera un po’ più tranquilla.

Il Cesena sta facendo cose straordinarie, ma per continuare a farle è necessario rimanere sul pezzo e continuare a migliorare, limando i difetti. Il difetto che salta più all’occhio è la poca incisività negli ultimi venti metri, Pierini è parso in ripresa, ma Tonin, nonostante l’encomiabile impegno, si sta dimostrando ancora acerbo per giocare in una squadra di vertice: troppo fumoso, troppi attimi persi e troppi falli, utili solo ad aiutare i difensori avversari a spezzare il ritmo dei bianconeri.

Il mercato potrebbe fornire ai bianconeri maggior qualità, ma anche estro ed imprevedibilità, sulla trequarti e questo potrebbe essere lo step decisivo per provare a fare il salto di qualità definitivo ed iniziare finalmente a segnare in maniera proporzionata al gioco espresso. Gioco che non pare cosi tanto inferiore a quello mostrato dal duo di testa, che però concretizza in maniera molto più decisa. L’impressione dunque è che il gap da colmare sia rappresentato proprio dalle reti realizzate.

Chiosa finale ancora per Berti, che con una giocata da applausi ha consentito al Cesena di giocare gli ultimi minuti con un uomo in più. Lo spazio e la fiducia che Viali gli sta accordando sono strameritati.


Immagine tratta dal sito www.calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.