Arechi stregato per il Cesena: mai una vittoria in casa della Salernitana

Salernitana 1997
Invia l'articolo agli amici

NONTISCORDARDIME’ – Il Cesena sfiderà la Salernitana sabato pomeriggio nella speranza di trovare la prima vittoria della sua storia all’Arechi

Il Cesena sarà di scena a Salerno sabato pomeriggio alla ricerca di fondamentali punti salvezza. La vittoria dell’Avellino contro il Perugia ha riportato i bianconeri in zona play-out, motivo per cui la trasferta in terra campana ha come minimo l’obiettivo di ottenere almeno il pareggio. La Salernitana naviga in acque moderatamente tranquille: dall’alto dei suoi 42 punti con una vittoria si metterebbe definitivamente in salvo, mentre con una sconfitta verrebbe risucchiata nel vortice della lotta salvezza.

Spaziando nella storia degli avversari, la Salernitana nella stagione 1997/98 ha ottenuto la promozione in A dopo oltre 50 anni di distanza dalla precedente. Alla guida di quella squadra c’era il tecnico Delio Rossi, che fu supportato dai 21 gol di uno straripante Marco Di Vaio. La successiva avventura in A non fu fortunata per i campani: Rossi venne esonerato per far spazio a Francesco Oddo (padre di Massimo, attuale allenatore dell’Udinese) suscitando una forte reazione nella tifoseria locale. L’avvicendamento in panchina comunque non portò frutti, tanto che la retrocessione in B arrivò nell’ultima giornata, dove i campani non andarono oltre l’1-1 sul campo del Piacenza, mancando la salvezza per un solo punto. Quella partita divenne tristemente nota per i tragici fatti che accaddero sul treno in cui viaggiavano i tifosi della Salernitana di ritorno dall’Emilia. In uno dei vagoni si sviluppò un grave incendio, che causò la morte di quattro giovani tifosi: Vincenzo Lioi, Ciro Alfieri, Giuseppe Diodato e Simone Vitale. Nella Salernitana 1998/99 c’erano un giovane Rino Gattuso e l’allora nazionale camerunense Rigobert Song, fresco di partecipazione ai Mondiali di Francia ’98, oltre agli attaccanti Chianese, Di Michele e il confermato Di Vaio (autore di 12 reti in serie A).

All’andata la sfida del Manuzzi terminò 3-3 al termine di una clamorosa partita. Il Cesena si portò sul 3-1 e venne raggiunto negli ultimi 20′, peraltro con l’uomo in più. Da segnalare il gol dell’ex di Peter Pan Rodriguez (oggi all’Empoli) che sul punteggio di 2-0 per i padroni di casa accorciò le distanze sotto la Curva Ferrovia. Inoltre un dato curioso: dei 9 precedenti in casa della Salernitana, il Cesena non è mai riuscito a centrare la vittoria, ottenendo solamente cinque pareggi e quattro sconfitte.


Ex Cesena: Popescu, Di Roberto, Rosina.
Ex SalernitanaScognamiglio.

Precedenti all’Arechi: 9
Vittorie Salernitana: 4
Vittorie Cesena: 0
Pareggi: 5

Ultima vittoria Salernitana: 2008/09 (3-1 Tricarico, Tonucci, Ciarcià, Fava)
Ultima vittoria Cesena: –
Ultimo pareggio: 2016/17 (1-1 Minala, Cocco)

Precedente con più reti totali: 1994/95 (5-2 Tudisco [2], Pisano [2], Ricchetti, Scarafoni [2]) e 2004/05 (6-1 Olivi, Cavalli, Longo, Zaniolo, Palladino, Ferrarese, Onwuachi)
Sconfitta più larga del Cesena: 2004/05 (6-1)
Vittoria più larga del Cesena: 


Immagine tratta dal sito delinquentidelpallone.it

About Rinaldo Belleggia

Rinaldo Belleggia è marchigiano di nascita ma cesenate d’adozione. Come spesso accade, la Romagna gli è entrata nel cuore anche grazie al Cavalluccio, ma ciononostante si ostina a rimanere un gobbo ... Ha collaborato con Radiogol24 ed il Corriere di Romagna, ora è il deus ex machina, regista e conduttore di Radio Tifoso, la trasmissione di approfondimento sportivo della web radio universitaria Uniradio Cesena. Con grande passione e dedizione si diletta con personaggi, aneddoti, storie e statistiche del calcio.

View all posts by Rinaldo Belleggia →

One Comment on “Arechi stregato per il Cesena: mai una vittoria in casa della Salernitana”

Comments are closed.