Analisi pagelle: Camplone promosso, Ciano e Ligi i migliori

ANALISI PAGELLE – Nelle pagelle del giorno dopo, la nota più positiva è la pressoché totale assenza di insufficienze nel Cesena che ha vinto a Pisa

Essendo anche noi tra quelli che producono pagelle, il format post partita più amato dai lettori ed allo stesso tempo più temuto da chi le redige visto che è impossibile accontentare tutti, ci fa piacere confrontare le nostre opinioni con quelle altrui, ovvero quelle dei colleghi che si cimentano nello stesso esercizio. Il giudizio sulla prestazione di ogni singolo giocatore del Cesena, sintetizzato al massimo con il classico voto, diventa confrontabile grazie all’analisi grafica che presentiamo. Essa offre anche lo spunto per una serie di interessanti considerazioni:

Dopo un’infinità di punti gettati alle ortiche e dopo troppe partite senza vittoria, ecco che il Cesena va a conquistare tre punti fondamentali sul campo del Pisa. Fondamentali perché mantengono i bianconeri al di sopra della linea rossa, quella che delimita la zona salvezza, ma allo stesso tempo tolgono speranze ai nerazzurri toscani, sempre più vicini al ritorno in Lega Pro. La nota positiva di giornata, oltre ovviamente al successo, è la prestazione complessiva della squadra, senza grandi acuti, ma nemmeno errori colossali, ben rappresentata dalle pagelle di giornata che restituiscono un Cesena saldamente assestato al di sopra della sufficienza (6,27 medio).

Iniziamo la consueta analisi con Andrea Camplone che torna all’antico e, per scelta o per necessità visto il forfait di Perticone, ripropone il 4-3-3. I fatti gli danno ragione ed i voti dei giornalisti pure: 6,43 è uno dei migliori risultati medi nella sua esperienza sulla panchina bianconera.

Tra i giocatori, spicca la prestazione di Camillo Ciano che ha avuto il grande merito di realizzare il gol partita: 6,88 è il miglior punteggio di giornata, risultato di due 6,5 e ben sei 7. Alle sue spalle applaudiamo con piacere il ritorno di Alessandro Ligi che dopo un periodo molto difficile risale a discreti livelli (6,63), probabilmente agevolato dal ritorno alla difesa a 4. Buone anche le prove di Giuseppe Panico (6,56) e Marco Crimi (6,50), ma complessivamente di tutti coloro che sono scesi in campo, compreso Andrea Schiavone che tecnicamente ottiene un’altra insufficienza media (5,75), ma nei fatti è giudicato positivamente da 6 testate su 8.

A proposito di testate, questa volta siamo noi di Cesena Mio i più severi, avendo assegnato voti per una media di 6,00 (-0,27 rispetto alla media generale), mentre Il Corriere Romagna con 6,54 si pone esattamente all’estremo opposto, anche in termini di scostamento (+0,27).


Immagine tratta dal sito www.legab.it

Condividi
Ricerca personalizzata
About Stefano Manzi 200 Articles
Stefano Manzi è innamorato del Cesena da quando, ancora bambino, entrò per la prima volta in Curva Mare, settore che frequenta tuttora con incrollabile fedeltà. Impiegato e padre di famiglia, perde tempo come blogger nonché eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine, il Coordinamento Clubs Cesena e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio è da settembre 2014 l’inviato in Romagna di Destrosecco (già Mondo Calcio). Recentemente ha aperto il blog Cesena Mio e talvolta lo si può ascoltare come opinionista a UniRadio Cesena.