Ambrogioni: “Il Cesena ‘castorizzato’ può risorgere”

Marco Ambrogioni a Lumezzane
Invia l'articolo agli amici

INTERVISTA – Nessuno meglio di uno degli eroi di Lumezzane 2004, il terzino Marco Ambrogioni, può raccontare cosa significa essere “castorizzati”

Il ritorno di Fabrizio Castori sulla panchina del Cesena riporta alla mente alcuni dei momenti più esaltanti della recente storia bianconera; il feeling tra il tecnico di Tolentino e la piazza cesenate è infatti sempre stato speciale ed è rimasto intatto nel corso degli anni. Ora però la situazione è particolarmente grave: riuscirà il mister a risollevare un una squadra precipitata all’ultimo posto della classifica? Per capire il valore aggiunto che può dare Castori ad un gruppo col morale sotto i tacchi ed in crisi di gioco e di risultati, abbiamo raccolto il parere di uno dei suoi fedelissimi, Marco Ambrogioni: il 42enne ex terzino di Foligno, uno degli eroi di Lumezzane 2004 grazie al suo memorabile gol promozione, è stato per ben tre anni agli ordini di Castori, tra Cesena e Salernitana, e lo conosce benissimo…

Marco, secondo te cosa porterà Castori ad una squadra così in crisi?
“Fabrizio è una grande motivatore, il migliore che abbia mai avuto in carriera. Saprà toccare le corde giuste, è sempre stata una sua caratteristica e sotto questo punto di vista non ha nulla da imparare da nessuno. Il gruppo sicuramente trarrà giovamento”.

Indubbiamente l’aspetto psicologico sarà quello più importante in questi giorni difficili…
“Sì, il mister è bravissimo in questo. Grazie alle motivazioni trasmesse alle sue formazioni, Castori è riuscito a vincere in tutte le categorie in cui ha allenato, dalla seconda categoria alla serie B. Risultati straordinari, non casuali. Un esempio? Nel mio primo anno a Cesena, in serie C, non avevamo certo uno squadrone per vincere il campionato, eppure la grinta e le motivazioni che lui ci ha trasmesso sono state la marcia in più che ci ha permesso di conquistare la promozione e la Coppa Italia”.

Nel corso della sua carriera si è però evoluto molto anche tatticamente…
“Cerca di sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori a sua disposizione ed in base a quelle, adatta il modulo. Sicuramente le sue prerogative sono l’aggressività e la fase difensiva che cura molto bene. Poi lavora tanto su quella che lui definisce ‘la terza fase’, cioè le ripartenze dopo la conquista di palla”.

Il suo amore (ricambiato) per la piazza lo caricherà ancora di più…
“A Cesena, io, Castori, Bocchini, Confalone e tanti altri abbiamo vissuto stagioni che non dimenticheremo mai, ci siamo tolti soddisfazioni incredibili! La notizia che  Fabrizio e Riccardo siano tornati in sella assieme in Romagna mi rende felice”.

Allora aspettiamo anche Marco Ambrogioni al Manuzzi per incitare dal vivo i bianconeri…
“Seguo sempre il Cesena, ma da tempo non vengo più allo stadio. Ora, con l’arrivo del mister e del mio amico Bocchini, potrei presto venire a trovarli e vedere qualche partita”.

Ricerca personalizzata
About Ivan Zannoni 252 Articles
Ivan Zannoni frequenta da sempre il mondo del calcio, dapprima come giocatore poi come allenatore e dirigente. Ha collaborato con La Voce di Romagna per la quale seguiva i campionati dilettantistici ed ultimamente lo si è anche potuto seguire su Telerimini nel ruolo di opinionista per la trasmissione Dilettanti nel Pallone. Da buon romagnolo, segue con apprensione le vicende del Cesena Calcio e scrivendone, riesce a dar sfogo alla sua passione.